Quantcast
facebook rss

Campo Parignano in blu, i residenti al sindaco: «Dateci almeno cento posti bianchi»

ASCOLI - La richiesta durante un'assemblea pubblica, alla quale hanno preso parte anche gli assessori Brugni e Silvestri e la comandante della Polizia Municipale Celani.  E' emerso anche il "caso" Borgo Solestà:  «Perché una parte si stalli blu non è stata distribuita anche lì?»
...

 

 

di Franco De Marco

 

«Dateci cento parcheggi bianchi, ovvero liberi, per consentire a chi viene a trovare un familiare o un amico, di non dover pagare una bella sommetta».

E’ la richiesta che è partita questa sera, nel corso dell’assemblea aperta che il sindaco Marco Fioravanti, anche con coraggio, ha presieduto nella piazzetta davanti alla sede del Sestiere di Porta Tufilla, in Via Amadio, a Campo Parignano. Insieme a lui anche anche il comandante della Polizia Municipale Patrizia Celani, gli assessori Gianni Silvestri e Massimiliano Brugni e vari consiglieri comunali.

 

Il primo cittadino ha introdotto i lavori ricordando la difficile trattativa portata avanti con la Saba e l’avvio, da oggi martedì 12 aprile, di una rimodulazione delle tariffe, degli stalli blu, gialli e bianchi (merce pressoché introvabile). «Grazie all’accordo raggiunto con la Saba – ha detto il primo cittadino – nel 2024 potremo metterci al tavolo e verificare la possibilità per il Comune  di riacquistare i parcheggi e decidere quindi come gestirli». Scelta a medio termine. Intanto però preme il quotidiano.

 

«E’ difficile trovare un parcheggio libero» ha detto qualcuno. E il sindaco: «Non è vero. Abbiamo fatto una prova e c’erano parecchi posti liberi anche di sera». Con la nuova regolamentazione tutti i residenti di Campo Parignano, in possesso del permesso da 25 euro, possono parcheggiare sugli stalli blu, naturalmente se trovano il posto libero. Addio posti gialli riservati. Ma lo “scontro”, come detto, ha riguardato soprattutto la mancanza, secondo i residenti, di un certo numero di parcheggi liberi. «Davanti agli esercizi commerciali si può parcheggiare senza pagare per un’ora con disco orario», ha replicato il sindaco.

 

L’altra accusa lanciata all’Amministrazione comunale, con la scelta della nuova regolamentazione, ha riguardato Borgo Solestà. Che c’entra Borgo Solestà? «Invece di attivare tutti parcheggi blu a Campo Parignano, perché, una parte non è stata distribuita anche nel vicino quartiere di Borgo Solestà? Perché deve pagare tutto Campo Parignano?».  E qui il sindaco ha ricordato che nella convenzione sottoscritta a suo tempo non figurano parcheggi a pagamento a Borgo Solestà, ma a Campo Parignano sì. Questione di carte.

 

Altra richiesta partita dai residenti di Campo Parignano quella di non consentire, come invece avvenuto, di  parcheggiare liberamente anche a chi abita nelle zone limitrofe di San Gaetano, Vallevenere e Vallefiorana togliendo spazi ai residenti.

 

Insomma i parcheggi continuano ad essere quello storico problema di Ascoli che ha creato tanti e tanti problemi. Finché è in vigore questa convenzione capestro c’è da soffrire.

 

Nel corso dell’assemblea il primo cittadino ha anche ricordato alcuni lavori a breve per il quartiere. A settembre partiranno, ha detto, i lavori per il rifacimento di Piazza Diaz. Già iniziati i lavori per riqualificare l’area dell’ex mercato coperto.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X