Quantcast
facebook rss

La Provincia e i Comuni del Piceno pronti a celebrare il 25 Aprile

NUMEROSI gli eventi in programma tra cerimonie solenni, convegni e iniziative con le scuole per il 77° anniversario della Liberazione. Giovedì 21 al Liceo Scientifico Rosetti di San Benedetto parla il costituzionalista Enzo Di Salvatore. Venerdì 22 al Teatro delle Energie di Grottammare il professor Angelo Ventrone incontra gli studenti del "Fazzini-Mercantini". Domenica 24 al Chiostro di San Francesco di Ascoli letture di brani sulla Liberazione e teatro con i ragazzi di “Attivamente”. Lunedì 25 aprile deposizione delle corone al Palazzo del Governo, poi le cerimonie a San Marco. Tutte le iniziative
...

Il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti e il presidente provinciale dell’Anpi Pietro Perini a Colle San Marco

 

L’Amministrazione provinciale di Ascoli celebra la ricorrenza del 25 aprile – 77° anniversario della Liberazione – in modo speciale. Ha infatti predisposto un programma di eventi raccogliendo dai Comuni le varie iniziative.

 

Il presidente Loggi

«Con l’intento di custodire al meglio la memoria di avvenimenti e gesta che hanno consentito alla Provincia e alla città di Ascoli di essere fregiate della medaglia d’oro al valor militare per attività partigiana – dice il presidente Sergio Loggi – ha organizzato insieme all’Istituto per la Storia del Movimento Liberazione nelle Marche una serie di iniziative che si affiancano alla solenne celebrazione di Colle San Marco. Più che mai in questi tempi difficili e drammatici che si vivono nel cuore dell’Europa – conclude Loggi – occorre riaffermare i valori imprescindibili della pace, della civile convivenza tra i popoli e della difesa della democrazia».

 

21 APRILE – Giovedì primo appuntamento nell’aula magna del Liceo Scientifico “Rosetti” di San Benedetto dove il famoso costituzionalista professor Enzo Di Salvatore in mattinata tratterà il tema “La Costituzione tra passato e futuro”.

 

22 APRILE – Venerdì si prosegue al “Teatro delle Energie” di Grottammare dove alle ore 10,30 il professor Angelo Ventrone terrà una conferenza su “La Costutuzione e la Repubblica degli Italiani” alla presenza delle quinte classi del locale Istituto “Fazzini-Mercantini”.

 

Il Palazzo del Governo

24 APRILE – Domenica al Chiostro di San Francesco di Ascoli, alle ore 18, verranno proposte letture di brani sulla Liberazione e una interpretazione teatrale a cura dei ragazzi di “Attivamente”.

 

25 APRILE – Lunedì la Provincia, il Comune di Ascoli e la locale sezione dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia (Anpi) celebreranno in modo solenne il 77° anniversario della Liberazione, prima in città e poi a Colle San Marco. Alle ore 9 deposizione della corona dinanzi al Palazzo del Governo in Piazza Simonetti. Quindi le autorità, civili e militari, raggiungeranno Piazza Roma dove alle 9,15 sarà deposta una corona sul Monumento ai Caduti. Quindi si sposteranno a Colle San Marco, uno dei luoghi simbolo della Resistenza picena , dove sono previsti alle 10,15 la deposizione della corona sul Cippo e poi al Sacrario ai Caduti per la Resistenza. La manifestazione, come da tradizione, si concluderà con una messa all’aperto.

 

26 APRILE – Martedì alle ore 10 alla Cartiera Papale di Ascoli visita guidata alla mostra “Fascismo e Resistenza nel Piceno”. Il professor Costantino Di Sante terrà un laboratorio su “Il ruolo delle donne nella Resistenza” alla presenza degli studenti dell’Ipsia “Sacconi”.

 

27 APRILE – Mercoledì alle ore 10 nell’aula magna dell’Istituto “Mazzocchi” di Ascoli il professor Giulio Maria Salerno dialogherà con gli studenti sul tema “Conoscere la Costituzione, formare i cittadini”.

 

29 APRILE – Venerdì alle ore 9,30 di nuovo alla Cartiera Papale seminario di lettura su Primo Levi a cura di Matteo Cavalleri e Otello Palmini. Parteciperanno gli studenti del Liceo Stabili-Trebbiani e dello “Orsini-Licini” di Ascoli.

 

Stefano Novelli

Il consigliere provinciale Stefano Novelli: «La Repubblica rappresenta l’esito della Lotta partigiana di Liberazione di donne e uomini che si sacrificarono, in ogni dove d’Italia, così come eroicamente avvenne nel Piceno, rappresentando il riscatto dalla tirannide nazifascista, e omaggiare attraverso le iniziative attivate con la collaborazione dell’Isml con cui si è instaurata una importante sinergia, coloro che si unirono alla Resistenza, costituisce quindi, come affermato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il perseguimento dei principi di libertà e pace che la Costituzione enuncia. Vorrei infine ricordare le splendide espressioni pronunciate da Piero Calamandrei: “Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì o giovani, col pensiero, perché li è nata la nostra Costituzione”».

 

IL PROGRAMMA COMPLETO

 

 

Monteprandone celebra il 25 Aprile con gli studenti

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X