Quantcast
facebook rss

“Nel posto giusto”, serata con la solidarietà vera protagonista 

ASCOLI - Il concerto “Musicalmente donna” di Cristina Paolini e l’estrazione della lotteria di beneficenza hanno chiuso la raccolta fondi delle Acli all’auditorium “Neroni”. Presenti anche le autorità comunali di Ascoli e San Benedetto
...

 

di Walter Luzi

 

Musica e solidarietà. Le Acli di Ascoli hanno chiuso con una serata-evento la campagna di raccolti fondi “Nel posto giusto”. L’auditorium “Emidio Neroni”, messo a disposizione dalla Fondazione Carisap, è stata la prestigiosa location di “Musicalmente donna”, e della successiva estrazione della lotteria di autofinanziamento.

 

La mattatrice è Cristina Paolini, applaudita performer che alle Acli è una di famiglia e che vuole portare, almeno per una sera, una ventata di spensieratezza in un momento storico davvero poco felice. Ma la protagonista vera della serata è la solidarietà. Quella, tradizionale, delle Acli verso i soggetti più deboli e fragili, e quella, preziosa, dei tanti enti, attività economiche e aziende che hanno sostenuto la sua raccolta fondi benefica.

 

Ringraziamenti doverosi, e illustrazione delle iniziative in cantiere, portati in apertura di serata dal presidente provinciale Claudio Bachetti. «Grazie alla vostra generosità – annuncia – potremo finanziare due progetti. “GuidiAMO da te – Ti abbiamo a cuore”, dedicata agli anziani fragili e con difficoltà di inclusione sociale, e “CerchiAMO talenti – Hai stoffa da vendere”, rivolta a giovani e studenti e alle loro famiglie in condizioni sociali ed economiche svantaggiate. La campagna “Nel Posto Giusto” è nata per rispondere all’avviso di presentazione di progetti Più uniti e quindi più sostenibili, emanato dalla Fondazione Carisap per il rafforzamento organizzativo degli Enti del Terzo Settore e seguito dalla Scuola di Alta Formazione di Roma».

 

La risposta generale all’impegno sociale delle Acli non è mancata. L’auditorium era gremito, sempre nel rispetto delle misure anti-covid su cui vigilano i giovani volontari dell’associazione. In molti altri hanno seguito invece da casa la diretta streaming sulla pagina Facebook. Anche le istituzioni locali riempiono la prima fila. Il saluto, a nome di tutte, lo porta il vicesindaco del Comune di Ascoli Giovanni Silvestri, ma ci sono anche gli assessori Mssimiliano Brugni e Monia Vallesi, il presidente del consiglio comunale Alessandro Bono, la consigliera Micaela Girardi.

 

Anche l’Amministrazione comunale sambenedettese ha voluto esserci stasera, con la consigliera Sabrina Merli. Presenti anche la dirigente dell’Istituto Scolastico Ascoli Centro-D’Azeglio, Valentina Bellini, e il presidente della Fondazione Carisap, Angelo Galeati.

 

E’ partito lo show. Semplice, genuino, caloroso. Carico di significati e valori. Come le Acli. Via, pensieri tristi! scriveva nei suoi versi, più di un secolo fa, la poetessa ucraina indipendentista Lesjia Ukrainka. Via, pensieri tristi! Le ha fatto eco Cristina Paolini in apertura del suo concerto. “Musicalmente donna”, un nome, un programma. Il suo è stato un omaggio alle grandi, e grandissime, della canzone italiana. Un viaggio dentro le loro emozioni. Gli amori e le gioie, le delusioni e i tormenti. Una storia dentro ogni canzone. Grandi successi che il pubblico in sala ha saputo riconoscere fin dalle prime note, accompagnando con il coro. E con il cuore. Da Fiorella Mannoia a Laura Pausini, da Patty Pravo a Giorgia, da Malika Ayane a Mina, da Elisa a Gianna Nannini, fino al mito assoluto, Mia Martini. I giovani musicisti della sua band, Stefano Alesiani, Marco Paolini, Davide Quaresima, Sebastiano Ricci e Matteo Corvaro non si sono risparmiati. A fare da contorno le coreografie di Francesca. Fino al gran finale, tutto rock, con il medley dedicato ai successi di Loredana Bertè che ha scaldato il momento topico dell’incombente estrazione. Bambini e palloncini colorati.

La lista dei venti biglietti vincenti è disponibile su “acliascolipiceno.it” e pagina Facebook Acli Ascoli (328.6273961). Ma stasera all’Auditorium “Neroni” abbiamo vinto un po’ tutti. Via, pensieri tristi! Abbiamo, insieme, uniti, alla fine, più forza e coraggio. E, grazie alle Acli, anche speranza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X