Quantcast
facebook rss

“Rinascita Sambenedettese” pronta a uscire dalla maggioranza

SAN BENEDETTO - Il coordinatore Paolo Piattoni: «Non siamo rappresentati in maggioranza e le scelte del Comune non vengono condivise. Prenderemo la nostra decisione»
...

Il coordinatore di “Rinascita Sambenedettese” Paolo Piattoni

 

di Giuseppe Di Marco

 

Rinascita Sambenedettese” torna sul piede di guerra. La lista di maggioranza, scomparsa dal consiglio per la fuoriuscita di Umberto Pasquali e Martina De Renzis, considera gli accordi presi con il sindaco non rispettati e prospetta la fuoriuscita dalla maggioranza stessa.

 

E’ quanto emerge dalla riunione tenutasi nella serata di mercoledì 27 aprile fra i membri di “Rinascita Sambenedettese” e l’assessore Lina Lazzari. Al centro dell’incontro, i chiarimenti dell’assessore rispetto al proprio mandato e ulteriori considerazioni sull’operato dell’amministrazione che, secondo i membri della lista, non avrebbe condiviso le proprie decisioni.

 

«Giorni fa avevamo chiesto all’assessore Lazzari di rimettere le deleghe da assessore – afferma il coordinatore Paolo Piattoniperché il suo rapporto con la lista di appartenenza, la nostra, è minimo». Lazzari, dal canto suo, avrebbe deciso di andare avanti con il beneplacito del sindaco Spazzafumo, che ha assicurato il proprio appoggio. «Per noi questa è una posizione inaccettabile – continua Piattoni – “Rinascita Sambenedettese” continua a non essere informata di nulla, e questo dovrebbe bastare per procedere con una verifica politica».

 

Alle vecchie cause di discordia se ne aggiungono di nuove. L’ultima è la riunione di maggioranza del 26 aprile, nella quale sindaco e consiglieri hanno discusso la posizione dell’assessore Gabrielli. Nessun membro della giunta è stato invitato a partecipare, inclusa la Lazzari. «Se si vuole parlare solo con i consiglieri va bene – spiega Piattoni – ma il problema nasce quando una delle liste che ha contribuito alla vittoria elettorale non ha consiglieri. In questo caso, Lazzari era l’unica persona che potesse rappresentare “Rinascita Sambenedettese”. Perché non ha partecipato? Gli accordi che avevamo preso con Spazzafumo prevedevano che l’assessore avrebbe partecipato alle riunioni e ci avrebbe riferito».

 

Cosa si prospetta in futuro? «Prenderemo le nostre decisioni – conclude Piattoni – Il sindaco ha detto a più riprese che è intenzionato ad andare avanti con le liste che lo hanno sostenuto e che, ad andare via, sarà solo chi non vorrà restare. Però, se veniamo messi alla porta, non ci rimangono molte alternative. Dobbiamo restare in una coalizione che non ci vuole perché diamo fastidio, magari turbando i sogni di gloria dei renziani?»

 

Impossibile nascondere il dente avvelenato con “San Benedetto Viva“, lista nella quale è confluito Pasquali e che nei giorni scorsi si è resa protagonista di un duro attacco contro l’assessore all’urbanistica Bruno Gabrielli, di “Libera“.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X