Quantcast
facebook rss

Primo Maggio: tornano a brillare le “stelle del lavoro”, undici sono del Piceno

AD ANCONA la cerimonia di consegna delle onorificenze. Nelle Marche sono 37, di cui 11 della provincia di Ascoli: Pietro Alesiani, Claudio Armili, Francesca Bachetti, Fabrizio Capriotti, Rosita Ciotti, Bruno Flaiani, Giuseppe Francescangeli, Paolo Fratoni, Giovanna Narcisi, Domenico Rossi, Giancarlo Veneri
...

 

Dopo due anni di stop forzato a causa dei limiti imposti dalla pandemia, oggi domenica Primo Maggio ad Ancona, per iniziativa della locale Prefettura, all’auditorium della Mole Vanvitelliana c’è la cerimonia di consegna delle onorificenze delle “Stelle al Merito del Lavoro”, che quest’anno sono state conferite dal Presidente della Repubblica a 37 nuovi Maestri del Lavoro delle Marche, di cui undici della provincia di Ascoli: Puetro Alesiani, Claudio Armili, Francesca Bachetti, Fabrizio Capriotti, Rosita Ciotti, Bruno Flaiani, Giuseppe Francescangeli, Paolo Fratoni, Giovanna Narcisi, Domenico Rossi, Giancarlo Veneri.

Quattro della provincia di Fermo: Michele Bonacchi, Claudia Lottatori, Luigi Rossi, Floriana Torretti.

 

Michele Bonacchi di Fermo sarà presente alla premiazione presso il Quirinale, in rappresentanza dei nuovi Maestri delle Marche, in quanto estratto a sorte tra tutti gli insigniti della regione, così come hanno fatto tutte le altre regioni che hanno indicato un solo rappresentante per la cerimonia presso la Presidenza della Repubblica.

 

Il riconoscimento viene assegnato ogni anni in occasione della Festa del Lavoro a quei lavoratori del settore privato che, durante tutta la loro carriera lavorativa, si sono particolarmente distinti per moralità, perizia, laboriosità e comportamento disciplinare nell’ambito aziendale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X