Quantcast
facebook rss

I tagli al Pronto Soccorso, “Cittadinanzattiva”: «Proseguendo così il personale, se potrà, se ne andrà»

SAN BENEDETTO - L'Associazione lancia un nuovo allarme sulla difficile situazione in cui operano medici e infermieri dell'ospedale "Madonna del Soccorso"
...

 

Il Pronto Soccorso di San Benedetto

Agitazione tra gli infermieri del Pronto Soccorso dell’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto. Interviene, puntuale, l’associazione “Cittadinanzattiva” di San Benedetto, che sostiene le istanze dei medici e degli infermieri che operano al Pronto Soccorso.

 

«Operare in sicurezza, senza approssimazioni, nella gestione oculata del personale, garantisce la buona assistenza, ma da quanto apprendiamo, registriamo solo tagli al personale. Così proseguendo il personale, se potrà, se ne andrà. Il covid non è finito – scrive “Cittadinanzativa” in una nota – ma si toglie l’infermiere del pre-triage. Gli interventi del 118 sono numericamente sempre sostenuti ma gli infermieri del Pronto Soccorso devono svolgere più ruoli pur di tappare le carenze di personale.

 

I medici del Pronto Soccorso – prosegue – sono sempre due, di cui uno deve seguire un vero e proprio reparto covid mentre l’altro deve l’utenza no covid: di conseguenza si produrranno lunghe fine. I cambiamenti vanno governati e gestiti in sicurezza, valutando le priorità aziendali e soprattutto gestendo al meglio le collocazioni del personale nella pianta organica. Pertanto rimarchiamo – è la conclusione – l’insoddisfazione di quanto sta avvenendo perché ricade sull’utenza e su chi è impegnato in prima linea».

 

Pronto Soccorso: i sindacati degli infermieri vanno dal sindaco Spazzafumo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X