Quantcast
facebook rss

Sanità, Anna Casini (Pd): «Piceno condannato a non avere un nuovo ospedale di primo livello, esattamente come oggi»

L'EX VICE presidente della Regione ha partecipato a San Benedetto al Consiglio comunale aperto: «Rimarrà con due presidi, e quindi con alcuni reparti al "Mazzoni" e altri al "Madonna del Soccorso", con le ambulanze che fanno la spola e con grandi disagi per pazienti e operatori. Chi sta male ha bisogno di cure appropriate e non di un ospedale sotto casa che non è capace di erogarle»
...

 

«Sono stata al Consiglio comunale aperto di San Benedetto sulla Sanità al quale hanno partecipato il presidente della Regione Acquaroli e alcuni membri della sua giunta. I dubbi che avevo sul futuro della Sanità dell’Area Vasta 5 sono purtroppo diventati certezze. Il Piceno è condannato a non avere un nuovo ospedale di primo livello, ma rimarrà con due presidi e quindi con alcuni reparti al “Mazzoni” di Ascoli e altri al “Madonna del Soccorso” di San Benedetto, con le ambulanze che fanno la spola e con grandi disagi per pazienti e operatori. Esattamente come oggi».

 

Anna Casini

Sono parole di Anna Casini del Partito Democratico, ascolana, ex vice presidente della giunta regionale, attualmente consigliere all’opposizione.

 

«Acquaroli ha sostenuto che verrà realizzato un nuovo ospedale a San Benedetto – continua la Casini – ma non ha spiegato con quali risorse e in quali tempi e che fine farà il “Madonna del Soccorso”. La cosa più grave è che non sono state date risposte alle tante domande avanzate dai cittadini intervenuti. Il presidente ha asserito, cosa peraltro nota, che non ci sono medici e infermieri necessari a sopperire alle necessità delle strutture e del territorio, che saranno sempre meno e che dobbiamo fare i conti con personale e risorse in enorme riduzione.

 

Continuo a pensare – conclude l’esponente dem – che ci sia bisogno di una struttura di primo livello altamente tecnologica, con tutte le specialistiche, integrata ad un sistema di cure diffuse e performanti che risponda alle esigenze dei pazienti sul territorio, anche per evitare sovraffollamento nei Pronto Soccorso. Chi sta male ha bisogno di cure appropriate e non di un ospedale sotto casa che non è capace di erogarle».

 

Ospedale di primo livello su due plessi: la conferma di Saltamartini in Consiglio comunale


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X