Quantcast
facebook rss

Sostanze alcoliche a minori e feste senza autorizzazione: nei guai uno chalet della Riviera

SAN BENEDETTO -  Daspo urbano per il terzetto che aveva creato un parapiglia all'esterno del locale, per poi darsi alla fuga colpendo un passante. I provvedimenti sono stati emessi dal questore di Ascoli dopo le indagini di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale
...

 

 

 

Bevande alcoliche a minori, festa senza autorizzazione e lite all’esterno: licenza sospesa per 15 giorni per un pubblico esercizio di San Benedetto e “daspo urbano” per tre facinorosi clienti che il Primo maggio scorso hanno creato un gran caos all’esterno del locale, che si trova sul lungomare.

 

E’ il bilancio dell’attività investigativa condotta da Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale, finalizzata anche al controllo della “movida” della località rivierasca nei confronti di uno chalet che ha dato, a quanto si apprende, non pochi problemi.

 

E’ stato infatti accertato che, all’interno dell’esercizio veniva effettuata la somministrazione di bevande alcoliche a minori, organizzato un intrattenimento danzante con cena e spettacolo senza la prevista licenza e, in un’occasione, si è anche verificata una violenta lite, con aggressione da parte di tre cittadini stranieri nei confronti degli addetti alla sicurezza. Da qui il provvedimento di sospensione della licenza emesso dal questore di Ascoli.

 

Come pure il “daspo urbano” – divieto di accesso a pubblici esercizi o locali di pubblico spettacolo – ai tre extracomunitari che hanno creato il parapiglia all’esterno del locale la sera dell’1 maggio (leggi qui). Prima hanno aggredito il buttafuori perché non voleva farli entrare, poi nella fuga hanno colpito con un  pugno un ignaro passante che, nella circostanza, ha riportato lesioni giudicate guaribili in 30 giorni. Infine hanno imboccato ad altissima velocità la Statale prima di essere intercettati e fermati dai poliziotti di una Volante del Commissariato di San Benedetto.

 

Tutti i provvedimenti sono stati notificati agli interessati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X