Quantcast
facebook rss

Tiro con l’arco: doppio titolo di vice campione regionale per l’ascolano Giuliano Scancella

SPORT - Il portacolori della società Arcieri del Medio Chienti ha conquistato tre medaglie in poche ore a Gualdo Tadino (Perugia) nella specialità longbow: un oro e poi il doppio prestigioso argento nella gara interregionale e in quella valevole come Campionato regionale H&F Marche-Umbria tiro di campagna 12+12
...

La premiazione degli Assoluti. Da sinistra Renzo Calef (consigliere Fitarco Marche), Giuliano Scancella (2° classificato), Giuseppe Cambiotti (1°) e Loris Scansalegna (3°)

 

Doppio titolo di vice campione regionale Marche di tiro con l’arco per l’ascolano Giuliano Scancella. Il portacolori della società Arcieri del Medio Chienti di Belforte del Chienti (Macerata) li ha conquistati a Gualdo Tadino (Perugia) nelle gare valevoli come prova interregionale e Campionato regionale H&F Marche-Umbria “tiro di campagna 12+12”, categoria longbow, organizzate dalla locale società Arcieri Rocca Flea.

 

Domenica 22 maggio Scancella era reduce dalla vittoria, sempre a Gualdo Tadino, in una gara – stessa specialità e stessa categoria – ottenuta il giorno prima.

 

E’ stato dunque un weekend di medaglie per l’arciere ascolano che domenica è salito due volte sul secondo gradino del podio conquistando la medaglia d’argento sia nella gara individuale che nell’assoluto. Entrambe le gare sono state vinte dall’arciere umbro Giuseppe Cambiotti, anche lui della società Arcieri del Medio Chienti. Sia Cambiotti che Scancella si sono ritrovati di fronte ancora una volta, da anni entrambi protagonisti ad Ascoli del Palio degli Arcieri della Quintana: Scancella per il Sestiere di Porta Romana e Cambiotti per quello di Porta Maggiore.

 

Sul terzo gradino del podio, con medaglia di bronzo al collo, Nicola Petricca (gara individuale) e Loris Scansalegna (assoluto), entrambi della società Sagitta Arcieri di Pesaro.

 

Sono stati premiati da Renzo Calef, consigliere regionale Fitarco Marche. Scancella coglie l’occasione per ringraziare l’artigiano Andrea Brizzi di Gorizia che ha costruito per lui un arco che definisce «meraviglioso».

 

Il podio della gara del sabato


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X