Quantcast
facebook rss

Volontari della Misericordia di ritorno dal confine polacco-ucraino: «Nel conflitto, consapevolezza del dramma» (Foto)

GROTTAMMARE - Sono Gianfranco Cellini ed Eleonora Bellaspiga, rientrati all'aeroporto dorico dopo un'esperienza da loro stessi definita toccante, sotto ogni profilo
...

 

Sono rientrati all’aeroporto di Ancona i due volontari della Misericordia di Grottammare impegnati nel conflitto russo-ucraino. Hanno prestato servizio sul modulo Disability Evacuation, a Rzeszow (Polonia), per l’attività di trasporto di chi, percosso dalla guerra, fugge dal confine.

Gianfranco Cellini ed Eleonora Bellaspiga, i volontari della Misericordia, descrivono la loro esperienza, durata 7 giorni, davvero toccante sotto ogni profilo, oltre che utilissima per chi è stato colpito duramente dalla guerra: nuova e irripetibile la consapevolezza del dramma in un conflitto bellico.

L’attività di servizio svolta in questa missione umanitaria, insieme a numerosi altri volontari delle Misericordie d’Italia, è stata quella di garantire il trasporto sanitario e attenzione ai feriti che presentavano fisicamente segni, per esempio, di armi da fuoco e granate, ma anche un’azione più di carattere sociale con l’accompagnamento di disabili, anziani e bambini con gli automezzi messi a disposizione in loco dall’Area Emergenze Nazionale delle Misericordie d’Italia.

La missione del modulo Disability Evacuation continuerà ancora almeno fino a giugno compreso con altre turnazioni.

Un plauso va a Gianfranco e ad Eleonora dalla comunità e da tutta la Misericordia grottammarese di loro appartenenza.

 

Misericordie, Speca confermato presidente della Conferenza Abruzzo-Marche-Molise 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X