Quantcast
facebook rss

Riserva Sentina: “gemellaggio ambientale” San Benedetto-Ascoli

SAN BENEDETTO - Tre giorni con gli studenti dell’Istituto “Mazzocchi-Umberto I” del capoluogo e i volontari di “Questione Natura”
...

 

Tre giornate alla scoperta della Sentina. E’ quello che hanno fatto studenti e studentesse delle prime classi dell’Istituto “Mazzocchi-Umberto I” di Ascoli, insieme ai volontari di “Questione Natura”, tutti al seguito della guida naturalistica della Riserva, Sabina Evangelisti, che ha spiegato le regole da rispettare nella stessa Riserva, di cui ha raccontato la storia, e illustrato la biodiversità. Sosta obbligatoria nelle “capanne d’osservazione” sui laghetti per ammirare specie come il cavaliere d’Italia, la garzetta, le tartarughe.

 

Vista la presenza di “Questione Natura” immancabile una raccolta rifiuti. In tre giorni oltre venti sacchi di oggetti vari, comprese 25 mascherine. Volontari e studenti hanno liberato dalla sporcizia la spiaggia, il sentiero interno e la foce del Tronto. Viste le giornate ormai e stive c’è anche chi ne ha approfittato per il primo bagno dell’anno. A seguire, blitz nell’artistico parco “Crêuza dë Ma” dove recentemente è stata installata una barca con libreria itinerante.

 

Prosegue nel migliore dei modi questo “gemellaggio ambientale” tra i giovani di Ascoli e San Benedetto, reso possibile grazie alla disponibilità del dirigente scolastico, degli insegnanti, di Roberta Mariani, Venanzio Cameli, Rosella Longoni, Veerle De Ceulaer, Mattia Scipioni e Emanuela Gabrielli.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X