Quantcast
facebook rss

“Torneo 8 Nazioni”, Italia Under 20 sconfitta (0-1) dalla Polonia al “Riviera delle Palme”

CALCIO - A San Benedetto un gol in piena zona Cesarini regala il successo agli ospiti, ma gli azzurrini di Alberto Bollini possono recriminare per il rigore e le occasioni fallite nell'arco dei novanta minuti
...

 

di Benedetto Marinangeli

 

L’ Italia Under 20 esce sconfitta dalla Polonia dal Riviera delle Palme nel primo match valevole del “Torneo 8 Nazioni” tra Italia-Polonia Under 20. Un risultato che lascia l’amaro in bocca in casa azzurra soprattutto per la mole di gioco messa in mostra ma anche per delle buone individualità che fanno, comunque, ben sperare per il futuro.

Il CT con il capo delegazione Beccalossi in occasione della partita dell’Under 20 giocata ad Ascoli

Parte subito forte l’Italia che al 14’ ha la grossa opportunità di sbloccare il parziale. Desogus s’invola sull’out sinistro entra in are e viene messo giù da un difensore polacco. L’arbitro Marchetti di Roma non ha dubbi ed assegna il calcio di rigore. Dal dischetto Panada si fa ipnotizzare da Bieszcad che gli respinge la conclusione dagli undici metri.

E’ comunque l’Under 20 azzurra a tenere in mano il pallino del gioco. Ed al 25’ è sempre Desodus a presentarsi solo dinanzi all’estremo difensore polacco che però è bravo ad intercettargli la conclusione. La Polonia esce dal guscio al 41’ con un colpo di testa di Peda su cui è bravo Sorrentino a farsi trovare pronto.

Nella ripresa al 3’ clamorosa occasione per l’Italia che va vicina al goal con Da Graca, ma la sua conclusione da buona posizione termina sul fondo. Tre minuti dopo è Desogus ad impegnare Bieszcad con un colpo di testa. Gli azzurrini spingono sull’ acceleratore ma non riescono a sfondare. Non basta tenere in mano il pallino del gioco per avere ragione della Polonia che si arrocca nella propria trequarti e cerca di colpire con le ripartenze.

L’Italia soffre gli ospiti sulle palle inattive. Al 21’ è sempre Sorrentino ad opporsi alla conclusione volante di Peda. Azzurri vicino al gol alla mezzora con una bella conclusione di Bonfanti, ma ancora una volta è Bieszczad ad opporsi. Ed al 45’ ecco la classica doccia gelata con Tkocz che di testa ribadisce in rete una palla vagante nell’area italiana. Gli azzurrini si gettano in avanti per provare a trovare la via del pareggio ma senza riuscirci.

 

«I ragazzi -commenta il CT Bollini- faranno tesoro di questo risultato negativo. Abbiamo subito gol su una palla inattiva, ma la squadra non si è mai disunita e da qui deve ripartire soprattutto quando c’è la convinzione del nostro gioco».

 

ITALIA (4-3-3): Sorrentino, Barbieri, Ruggeri, Riccio, Dalle Mura, Panada, Cudrig, Milanese, Da Graca, Sekulov, Desogus. A disposizione: Garofani, Savona, Papetti, Cittadini, Florenzi, Di Stefano, Cavuoti, Bonfanti, Mercati, Heubang. Allenatore: Bollini

 

POLONIA (3-4-2-1): Bieszcad, Stepien, Szymanski, Peda, Tkocz, Bieganski, Pyrka, Talar, Szymczak, Kocyla, Rakoczy. A disposizione: Tobiasz, Iskra, Gerbowski, Marczuk, Makuch, Cielemecki, Walicki, Ibe-Torti, Bukowski, Kuzma, Ojrznski, Kasperowicz. Allenatore: Stepinski

 

Arbitro: Marchetti di Roma

 

Rete: 45’st Tkcoz

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X