Quantcast
Fratelli d'Italia
facebook rss

Esplode l’allarme povertà: cittadini ascolani rovistano tra i rifiuti in cerca di cibo

ASCOLI - La consigliera comunale Elena Stipa, presidente della commissione Politiche Sociali: «Sono immagini forti, ma l'Amministrazione comunale è sul campo con tanti aiuti. La strada da percorrere è non lasciare indietro nessuno»
...

 

 

Elena Stipa, consigliera comunale di Ascoli e presidente della commissione Politiche Sociali, interviene dopo che alcuni ascolani sono stati “sorpresi” da foto-trappole, sistemate per controllare l’abbandono dei rifiuti, mentre rovistavano tra i rifiuti in cerca di cibo.

 

Elena Stipa

«Il nostro obiettivo è non lasciare nessuno indietro – dice la Stipa – i dati parlano chiaro: nel 2022 in Italia aumentano i poveri assoluti e anche gli indigenti. Certe immagini sono eloquenti. Ma il nostro Comune è presente sul campo con ogni misura possibile avviata. Sono immagini forti che, più di ogni altra cosa, descrivono il delicato momento di molti italiani la causa è negli aumenti dei prezzi dei prodotti nel carrello della spesa dovuti alla guerra e ai rincari energetici di questi mesi, per una gestione di emergenza nazionale che non è stata delle migliori da parte del nostro Governo e che ha messo in enorme difficoltà gli italiani, sempre più spaesati, sempre più poveri. Purtroppo – prosegue – anche alcuni concittadini si trovano in queste condizioni e quelle immagini sono un segnale inequivocabile circa l’emergenza povertà di una certa fascia della popolazione.

 

Il sindaco Marco Fioravanti e l’assessore Massimiliano Brugni

Su questo fronte la nostra Amministrazione, con il sindaco Marco Fioravanti e l’assessore alle Politiche Sociali Massimiliano Brugni in prima linea – aggiunge – ha attuato numerose misure a contrasto della povertà ed a sostegno dei più deboli. Con il 10% della nostra cittadinanza che ha attinto all’aiuto dei servizi sociali nel 2021, una cifra raddoppiata rispetto al 2019, in periodo pre-pandemico, sono state poste in essere tutte le misure necessarie a sostegno delle categorie più deboli, passando dall’aiutare i 247 cittadini del 2019 ai 1.831 dello scorso anno, numero purtroppo destinato a crescere nel 2022.

 

Sono stati messi in campo contributi alle famiglie per gli affitti, aiuti straordinari per il pagamento delle bollette e dei servizi primari, aiuti per le rette degli asili nido – conclude Elena Stipa – fino agli assegni di cura per gli anziani non autosufficienti e i contributi per i Centri diurni a sostegno della disabilità, per concludere con i recenti voucher per i centri estivi sia per i più piccoli che per gli anziani. Un lavoro di squadra che è riuscito a tamponare un’emergenza nazionale per la quale molto spesso i Comuni vengono lasciati soli. Ma questa è la strada da percorrere anche in futuro: non lasciare nessuno indietro, rimanendo accanto a chi è in difficoltà».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X