Quantcast
facebook rss

Parcheggi per disabili al “Madonna del Soccorso”: terminato l’intervento per aumentarli

SAN BENEDETTO - Nove posti in più nell'area di pertinenza dell'ospedale, ma anche tra quelli a pagamento. Creati nuovi stalli di sosta per motocicli e posa in opera di rastrelliera per biciclette
...

 

L’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto

 

Più posti auto per gli utenti con disabilità all’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto. La direzione di Area Vasta 5, coerentemente a quanto anticipato a proposito in varie precedenti occasioni,  è stato ultimato “un complesso intervento di razionalizzazione degli spazi nell’area di parcheggio di pertinenza del nosocomio”.

 

Nello specifico sono stati realizzati di 8 nuovi posti auto riservati ai disabili nel piazzale antistante l’ingresso principale dello stabilimento ospedaliero, accessibili gratuitamente, agli automobilisti muniti del relativo permesso. L’ingresso è da via  Manara. Inoltre è stato ripristinato un posto auto riservato ai disabili di fronte al Pronto Soccorso, accessibile gratuitamente agli automobilisti, muniti del relativo permesso, con ingresso da via Silvio Pellico.

Sono poi stati creati nuovi stalli di sosta per motocicli e posa in opera di rastrelliera per biciclette nel piazzale antistante l’ingresso principale ed è stata totalmente rinnovata la segnaletica orizzontale nelle aree interne.

 

I 9 posti di sosta si aggiungono a quelli già esistenti all’interno dell’area interna dell’ospedale ed ai 6 posti riservati e messi a disposizione gratuitamente all’interno del parcheggio multipiano, a pagamento.

La società  concessionaria del parcheggio multipiano a pagamento ha comunicato di aver incrementato, da 6 a 10, il numero di posti auto gratuiti riservati alle persone con disabilità.

 

L’Area Vasta 5 precisa infine che “nell’area interna pertinenziale dell’ospedale, sono presenti altri posti auto destinati esclusivamente a particolari categorie di utenti come: Umee, pazienti di riabilitazione, pazienti dializzati ed altro”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X