Quantcast
facebook rss

Ascoli, dramma a Porta Romana: 49enne trovata morta nel suo appartamento di Via Oberdan

LA DONNA, M.S., di origine rumena, non rispondeva al telefono da alcuni giorni. A lanciare l'allarme è stato l'ex compagno. Sul posto l'ambulanza del 118 con il medico che, entrato con l'aiuto dei Vigili del fuoco, ha constatato il decesso. E' intervenuta una Volante della Polizia, poi i colleghi della Scientifica per i rilievi. Un improvviso malore la probabile causa della morte. Nel quartiere la conoscevano e le volevano bene tutti
...

L’ingresso della palazzina dove, al primo piano, è stata trovata la donna priva di vita

 

di Andrea Ferretti

 

Dramma ad Ascoli dove poco fa, sabato 2 luglio, è stata trovata una donna priva di vita nel suo appartamento di Via Oberdan, nel quartiere di Porta Romana. La vittima è una 49enne di origine rumena – M.S. – che viveva da sola e che non rispondeva alle telefonate, sembra addirittura da mercoledì scorso.

E’ stato l’ex compagno, che da giorni non riusciva appunto a contattarla, a lanciare l’allarme. Sul posto sono giunti l’ambulanza del 118 con il medico e una Volante della Polizia.

La donna, che avrebbe compiuto 50 anni a dicembre, aveva un figlio di 11 anni e viveva lì da una decina di anni. Un tipo gioviale, era molto conosciuta nel quartiere dove tutti le volevano bene.

A quel punto, come purtroppo accade sempre in casi simili, c’è voluto l’intervento dei Vigili del fuoco che hanno permesso l’acceso ai sanitari nell’appartamento al primo piano.

Questi ultimi si sono trovati di fronte al corpo della donna, disteso per terra. E’ probabile che la causa del decesso sia riconducibile ad un improvviso malore perchè. Da una prima ricognizione, infatti, non sembra che sul corpo ci siano segni particolari, di violenza o altro.

A quel punto alla Polizia non è rimasto che contattare il magistrato di turno, Cinzia Piccioni, che ha autorizzato la rimozione del corpo. Sul posto ci sono ancora i poliziotti della Scientifica che stanno effettuando i rilievi sul corpo e nell’appartamento dove la 49enne viveva da sola.

Poi toccherà all’impresa di pompe funebri “Bucci” di Roccafluvione il recupero della salma, che verrà trasportata all’obitorio dell’ospedale “Mazzoni” dove resterà a disposizione dell’autorità giudiziaria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X