Quantcast
facebook rss

La cena solidale dell’AIL Spinetoli-Pagliare ha fatto centro

SPINETOLI - Grazie alla serata di Offida, gli organizzatori della locale sezione hanno raccolto fondi da destinare alla ricerca, e quindi al reparto di Ematologia dell'ospedale di Ascoli. Presente anche il dottor Piero Galieni, direttore del reparto del "Mazzoni"
...
L’Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma (AIL) di Spinetoli-Pagliare ha rinnovato l’appuntamento con la solidarietà con una cena solidale organizzata da un gruppo di amici – tra cui  Massimo Morganti, Roberto Calvaresi, Vanessa Mastroberti, Enrico Travaglini – che ha avuto come obiettivo la raccolta fondi per la ricerca.
Massimo, Roberto, Vanessa ed Enrico. Quattro amici che hanno imparato sulla loro pelle cosa volesse dire vivere in prima persona l’esperienza più devastante della loro vita. Massimo Morganti ha perso il padre Mariano a causa si un linfoma e Cinzia, cugina di Roberto, non ce l’ha fatta perché la leucemia se l’è portata via. La storia di Enrico che, grazie alle cure del reparto di Ematologia dell’ospedale di Ascoli, è riuscito a sconfiggere un mieloma. La storia di Vanessa che ha vinto la sua battaglia contro un linfoma.
L’evento, patrocinato dall’Ail di Ascoli, si è svolto al ristorante “Villa San Lazzaro” di Offida. Presenti il dottor Piero Galieni, direttore di Ematologia del “Mazzoni”, e Giuliano Agostini presidente della sezione Ail di Ascoli. Al resto anno pensato i comici Nduccio e Stefano Tisi.
Soddisfatti gli organizzatori per aver raccolto fondi da destinare all Ail di Ascoli e, di conseguenza, al reparto di Ematologia dell’ospedale “Mazzoni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X