Quantcast
facebook rss

Assoindustria: il presidente in pectore Ferraioli propone la squadra dei vice

ASCOLI - A Pietro Marini e Pietro Straccia si affiancano Roberta Faraotti, Giovanni Rossi e Gianni Tardini. Il 14 luglio a San Benedetto Simone Ferraioli esporrà ai soci il programma e la squadra
...

 

Il Consiglio generale dell’Associazione degli Industriali della provincia di Ascoli si è riunito per conoscere e votare il programma di mandato e la proposta sulla squadra dei vice presidenti formulata dal presidente in pectore Simone Ferraioli e che insieme a lui comporranno il nuovo Consiglio di presidenza per il quadriennio 2022-2026.

 

Un passaggio importante per definire le priorità e gli obiettivi di medio e lungo periodo, insieme alle deleghe sulle principali aree tematiche che saranno di competenza dei vice presidenti.

Un programma dal titolo “Imprese, Piceno, Futuro” che si sviluppa appunto in tre parti. La prima, dedicata alle imprese e al rapporto con l’associazione, il richiamo all’identità e alla funzione, attiva e collaborativa, degli imprenditori nella vita associativa, senza il cui apporto è impossibile focalizzare gli obiettivi. Una seconda sul Piceno, che si incentra sul lavoro e sulle relazioni industriali, ma che si collega anche al tema dei giovani, delle nuove generazioni e del mondo accademico e formativo. Una terza in cui occorre proiettare con maggior celerità il tessuto industriale, partendo dal tema della crescita e degli strumenti che ne fanno parte per agganciarla: reti e filiere, internazionalizzazione, transizione digitale, ecologica ed innovazione.

 

Missione impegnativa per la quale Simone Ferraioli ha raccolto intorno a sè figure di alto livello, creando un mix di esperienza e dinamismo. Ai vice presidenti di diritto già eletti – Pietro Marini della Realtime System Srl e presidente di Piccola Industria e Pietro Straccia dell’omonimo gruppo e presidente dei Giovani Imprenditori – si affiancheranno Roberta Faraotti della Fainplast Srl in rappresentanza delle grandi imprese e già attiva nel gruppo giovani imprenditori, Giovanni Rossi della R Group Italy Srl già proboviro e consigliere dell’associazione, Gianni Tardini della Servizi Italia Srl e presidente Piccola Industria a livello regionale e in passato già vice presidente.

 

Simone Ferraioli

Per quanto riguarda le deleghe assegnate, Roberta Faraotti avrà modo di portare avanti i temi di education, cultura e turismo, Gianni Tardini favorirà lo sviluppo di reti e filiere, Giovanni Rossi sarà impegnato sul fronte dell’internazionalizzazione e della transizione ecologica, mentre Pietro Marini si occuperà di business continuity, transizione digitale ed innovazione. Delega importante anche per Pietro Straccia che seguirà le politiche di sviluppo e di marketing associativo. Tutti gli altri temi resteranno in capo al presidente che coordinerà il lavoro della squadra.

 

Il 14 luglio a San Benedetto è previsto quindi l’ultimo passaggio per Simone Ferraioli che esporrà il programma e la squadra ai soci. L’Assemblea generale, dopo aver votato presidente, squadra e programma, avrà altresì il compito di eleggere i dieci componenti del Consiglio generale, gli otto probiviri e i cinque revisori contabili le cui candidature sono in fase di conclusione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X