Quantcast
facebook rss

Rapina a mano armata: per tre giovani divieto di ritorno a San Benedetto per un anno e mezzo, per un altro zona off limits dalle ore 18 alle 6

A PRESCINDERE dalle conseguenze penali che verranno determinate dalla Procura della Repubblica, sono del questore di Ascoli i provvedimenti nei confronti di quattro giovani responsabili di quanto avvenuto lo scorso 19 luglio nei pressi di una discoteca del centro
...

 

Il questore di Ascoli ha emesso nei confronti di tre giovani il provvedimento di “foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di San Benedetto” per la durata di 18 mesi, un anno e mezzo.

 

Sono i giovani responsabili, nella notte dello scorso 19 luglio, di una rapina a mano armata in prossimità di una discoteca del centro di San Benedetto.

 

Per lo stesso fatto il questore ha emesso anche un “divieto di accesso nelle aree del centro urbano”, della stessa durata di diciotto mesi, specificatamente per la fascia oraria che va dalle 18 alle 6 del mattino successivo. Tutti i giorni. Il provvedimento comprende tutti gli esercizi pubblici e i locali di pubblico intrattenimento situati sia in centro che sul lungomare nord di San Benedetto, la cosiddetta area della “movida”.

 

Queste misure si sono rese necessarie una volta accertata la pericolosità sociale dei giovani. Un comportamento, il loro, che ha generavano uno stato di insicurezza tra i residenti e tra gli stessi esercenti di San Benedetto.

 

Questi provvedimenti, ovviamente, si cumulano alle conseguenze penali che verranno successivamente determinate nei loro confronti dalla Procura della Repubblica.

 

Se i divieti non fossero rispettati, si prefigura un reato punito con la reclusione sei mesi a due anni e una multa da 8.000 a 20.000 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X