Quantcast
facebook rss

“Molteplice”: finale del concorso per compositori, e con Golijov la musica nei film di Coppola

ASCOLI - Una super giuria assegna il premio: in finale un inglese e due italiani. I concerti verranno messi in onda dalla Rai. Domani il grande compositore, appositamente giunto ad Ascoli dagli Stati Uniti, incontra i giovani musicisti allo "Spontini". Mercoledì e giovedì lezioni di musica con Bietti, in serata concerti. Al pianoforte anche il direttore artistico Roberto Prosseda
...

Glia artisti del Festival Molteplice

 

 

“Molteplice”, il Festival internazionale di musica in svolgimento ad Ascoli nell’auditorium “Emidio Neroni” della Fondazione Carisap, cala altri appuntamenti da oggi 12 settembre. E’ la settimana dei  “Mendelssohn Days” e del “Flaksman Cello Weekend”  (con performance di violoncelli, sabato e domenica prossimi in vari luoghi del centro storico). E’ anche la settimana della proclamazione del vincitore del primo “Vladimir Mendelssohn Composition Competition”,  concorso internazionale per giovani compositori. In programma brani in prima assoluta e in prima italiana. Il Festival sta ottenendo un grande successo e si susseguono esecuzioni di altissimo livello.

 

Roberto Prosseda

Oggi lunedì 12 settembre alle ore 20,30 nell’auditorium “Neroni” il cartellone offre “Mendelssohn Days/Sinfonie” con un programma dedicato ai brani di  Felix Mendelssohn Batholdy (Sinfonia n. 1 per pianoforte a 4 mani, violino e violoncello), in prima italiana, della sorella Fanny Mendelssohn Hensel e di Vladimir Mendelssohn, grande musicista scomparso l’anno scorso, per tanti anni colonna di “ascolipicenofestival”. Il pezzo di quest’ultimo, per violino, viola, violoncello, pianoforte e voce recitante, si intitola “Aforismi” su testi di Alessandro Baricco letti da Francesco Baldoni. Viene anche eseguito  “Tenebrae” per quartetto d’archi del grande compositore americano Osvaldo Golijov che sarà presente in sala.  Gli esecutori della serata sono Roberto Prosseda (direttore artistico di “Molteplice”) ed Enrico Pompili al pianoforte, Daniel Rowland e Floor Le Coultre al violino, Joel Waterman alla viola, Maja Bogdanovich al violoncello, Natacha Kudritskaya al pianoforte, Alberto Bocini al contrabbasso.

 

Daniel Rowland

Domani martedì 13 settembre (20,30) sempre all’auditorium c’è “Mendelssohn Days/Premieres”. E’ il giorno della proclamazione del vincitore della prima edizione del “Vladimir Mendelssohn Composition Competition”, concorso internazionale per giovani compositori voluto da “ascolipicenofestival” in memoria del violista Vladimir Menedelsshon. In sala il presidente della super giuria Osvaldo Golijov e gli altri giurati Silvia Colasanti e Daniel Rowland, mentre Giovanni Sollima e Fabrice Gregorutti sono in diretta video. Gli autori dei tre brani finalisti sono l’inglese Fintan O’Hare e gli italiani Riccardo Perugini e Rosita Piritore. Oltre ai tre brani finalisti, vengono eseguite musiche di Fanny Mendelssohn , Felix Menedelssohn Bartholdy e Vladimir Menedelsshon. Esecutori sono il Quartetto Elaia, Daniel Rowland (violino), Floor La Coltre (violino), Gaia Sokoli (pianoforte), Roberto Prosseda (pianoforte) e Alberto Bocini (contrabbasso). Il Quartetto Elaia è formato da tutte ragazze tedesche: Leonie Flaksman (violino), figlia di Michael, Francesca Rivinius (viola), Therese Jensen (violino) e Karolin Spegg (violoncello). Questi concerti vengono registrati e trasmessi su “Rai Radio 3 Classica” media partner di “ascolipicenofestival”. La serata è trasmessa in streaming.

 

Osvaldo Golijov

Osvaldo Golijov, considerato uno dei più grandi compositori contemporanei di musica classica, che viene appositamente ad Ascoli Piceno dagli Stati Uniti per presiedere la giuria del “Vladimir Mendelssohn Composition”,  incontra domani pomeriggio martedì alle ore 18, nell’aula magna dell’Istituto Musicale “Gaspare Spontini”, i giovani musicisti del territorio. Ingresso libero. E’ un’opportunità più unica che rara per ascoltare e dialogare con un musicista che è semplicemente un mito. Osvaldo Golijov racconta che cos’è per lui la musica, illustra la sua carriera e offre certamente consigli preziosi a chi vuole entrare nel mondo della musica. L’iniziativa è organizzata da “ascolipicenofestival” e Istituto “Spontini”. Le composizioni di Osvaldo Goijov,  62 anni, nato in Argentina ma residente negli Stati Uniti, vengono regolarmente eseguite in tutto il mondo da grandi orchestre e dalle maggiori formazioni musicali. Ha composto  anche varie colonne sonore per molti film tra i quali “The man who cried” (L’uomo che pianse) ed ha collaborato con il regista Francis Ford Coppola per i film “Un’altra giovinezza” e “Segreti di famiglia”.

 

Mercoledì 14  e giovedì 15  “Molteplice” raddoppia. In entrambe le giornate, alle ore 18,30, sempre nell’auditorium, c’è una lezione di musica tenuta dal musicologo, compositore e pianista Giovanni Bietti, voce nota per le sue trasmissioni di Rai Radio 3: mercoledì sul Sestetto op. 110 di Mendelsoohn e giovedì sul Quartetto  op. 80 sempre di Felix Mendelssohn. Alla sera di mercoledì, ore 20,30,  “Col basso”, altro viaggio nella musica del grande musicista nato ad  Amburgo,  con Roberto Prosseda  (pianoforte), Joel Waterman (viola), Alberto Bocini (contrabbasso) e il Quartetto Elaia. Giovedì 15 settembre, dopo la lezione di musica pomeridiana, alle 20,30 ultimo concerto della serie  dedicato ai Quartetti (brani di Daniel Schnyder e Felix Mendelssohn) con esecutore il Quartetto Elaia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X