Quantcast
facebook rss

Patente, esame con l’inganno: micro videocamera nella mascherina ffp2 e auricolare, denunciato 25enne

ASCOLI - E' accaduto durante i test svolti alla Motorizzazione. Il "furbetto della patente" aveva messo a punto un ingegnoso metodo, ma è stato scoperto: inquadrava lo schermo del pc e riceveva le risposte esatte da complici esterni. Il giochetto è finito all'arrivo della Polizia Stradale. Ora dovrà risponderne in Procura
...

Il materiale sequestrato

 

Nuovo capitolo dei “furbetti della patente”. Sfruttando le misure anti covid come le mascherine, obbligatorie in queste circostanze, ad Ascoli un 25enne extracomunitario ha tentato di conseguire il titolo di guida nascondendo sotto la sua mascherina ffp2 una videocamere miniaturizzata wireless. E’ accaduto alla Motorizzazione.

 

Collegato con i complici a distanza tramite un minuscolo auricolare bluetooth inserito nell’ orecchio, il giovane con la micro camera inquadrava lo schermo del pc utilizzato per l’esame in modo da ottenere in diretta le risposte corrette.

 

Il colore nero della mascherina doveva essere l’ideale per non rendere visibile il minuscolo buco creato ad hoc per permettere alla videocamera di trasmettere le immagini. Ma non è andata esattamente così.

 

Al personale della Motorizzazione, che ormai ne ha viste di tutti i colori, non è sfuggito l’anomalo rigonfiamento della mascherina. E’ stata allora allertata la Polizia Stradale ed in pochi minuti è saltato fuori tutto l’armamentario del 25enne, nel frattempo perquisito dai poliziotti.

 

Inevitabile per lui la denuncia (penale) per truffa: ne risponderà alla Procura della Repubblica. Proseguono le indagini della Polstrada per risalire ai suoi complici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X