Quantcast
facebook rss

“Per una Scuola Senza Frontiere” premia quattro studenti del Liceo Scientifico di San Benedetto

FREQUENTANO la classe seconda M del "Rosetti" e sono Giorgia, Beatrice, Lorenzo e Dario e, per il progetto di Medici Senza Frontiere "Afghanistan: ritorno a vent'anni fa", con i loro articoli hanno creato una prima pagina di giornale raccontando l'Afghanistan dopo il ritorno al potere dei talebani
...

 

“Afghanistan: ritorno a vent’anni fa” è il titolo del progetto realizzato da Giorgia, Beatrice, Lorenzo e Dario, quattro studenti della classe seconda M del Liceo Scientifico “Rosetti” di San Benedetto. Hanno creato una prima pagina di giornale in cui, attraverso i loro articoli, hanno raccontato l’Afghanistan dopo il ritorno al potere dei talebani. Con questo lavoro si sono classificati tra i vincitori della quarta edizione di “Scuole Senza Frontiere”, il progetto di Medici Senza Frontiere rivolto alle scuole medie e superiori che vogliono confrontarsi con i grandi temi umanitari.

 

In classe, durante lo scorso anno scolastico i ragazzi hanno affrontato prima la teoria, con il confronto con gli insegnanti sui grandi temi umanitari, poi la pratica con la realizzazione di articoli, podcast, video e presentazioni. A premiare sarà una giuria composta da giornalisti ed esperti di Repubblica Scuola, Internazionale, Limes, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Dataninja school, MSF e Step4.

 

Il progetto continua nell’anno scolastico appena iniziato, con l’obiettivo di far conoscere le crisi umanitarie e le storie delle persone che le vivono, passo fondamentale per sviluppare quel senso di solidarietà umana che sta alla base dell’azione di Medici Senza Frontiere. A disposizione di docenti e studenti il kit didattico: cinque lezioni dal passato, cinque azioni per il presente, cinque idee per il futuro.

 

I quattro studenti vincitori saranno premiati a Milano domani giovedì 22 e venerdì 23 settembre presso la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. Domani sono ospiti della redazione di “Radio 24” dove avranno l’opportunità di conoscere da vicino il lavoro di una redazione radiofonica e assistere di persona alla diretta del programma “Nessun luogo è lontano”. Venerdì la premiazione che si terrà all’interno dell’evento “Per una Scuola Senza Frontiere”, organizzato dalla Scuola di cittadinanza europea di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, insieme a MSF e Step4.

 

Guerre, catastrofi ed epidemie sono situazioni difficili da vivere e da vedere. Si parlerà di questo nel corso della premiazione alla quale interverranno Cosimo Palazzo segretario generale della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Hamid Ziarati uno degli autori del libro di racconti “Le Ferite”, l’attrice Arianna Scommegna che interpreterà il racconto, Mariana Cortesi coordinatrice medica di emergenza di Medici Senza Frontiere che ha alle spalle numerose missioni in Etiopia, Sudan, Afghanistan e Haiti. Moderatore Giordano Golinelli di Step4.

 

Al termine Chiara Magni, responsabile del public engagement di Medici Senza Frontiere, premierà Giorgia, Beatrice, Lorenzo e Dario.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X