Quantcast
facebook rss

Asilo “Merlini”, a inizio ottobre parte anche il nido

SAN BENEDETTO - In dirittura d'arrivo l'aggiunta della nuova sezione, in concomitanza con l'avvio della mensa. All'orizzonte si profilano migliori condizioni finanziare per l'asilo, oberato da pesanti mutui contratti dalle precedenti amministrazioni
...

L’asilo “Merlini” di Via Leopardi

 

di Giuseppe Di Marco

 

Inaugurerà il 3 ottobre la sezione “nido” dell’asilo “Merlini”. La decisione è stata presa dal nuovo consiglio d’amministrazione della scuola di Via Leopardi e attende solo il nulla osta dell’Amministrazione comunale, che arriverà da qui ai prossimi giorni.

 

La nuova sezione si aggiungerà alla scuola materna già attiva da inizio settembre e sarà attiva di mattina, dalle 9 alle 13, con possibilità di deroghe per i genitori che hanno bisogno di tempo in più per riprendere i propri figli. La novità, annunciata le scorse settimane dal presidente del cda Marco Curzi verrà concretizzata anche grazie agli sforzi posti in essere per alleggerire l’onerosa posizione debitoria in cui versa la scuola.

 

In particolare, a destare apprensione è il debito maturato presso le banche a causa di un mutuo acceso dalle precedenti amministrazioni. Denaro che ora deve tornare nelle mani del creditore, ma è chiaro che se il “Merlini” fosse costretto a corrispondere il dovuto a cadenza mensile, il fallimento sarebbe dietro l’angolo. Da qui lo spiraglio aperto dallo stesso istituto di credito, dietro richiesta del cda, di dilazionare le rate. Anzi, all’orizzonte ci sarebbe anche la possibilità di una sospensione del mutuo stesso, almeno fino a quando la situazione finanziare dell’asilo non sarà tale da garantire continuità nei pagamenti.

 

Un altro modo per ottenere liquidità sarebbe la vendita di un terreno in zona Salaria. Il cda, in tal senso, è entrato in trattativa con alcuni privati interessati all’acquisizione, ma perché questo lotto venga ceduto, sarà necessario risolvere alcuni “intoppi”: il fatto è che una porzione del terreno è stata concessa in comodato d’uso trentennale alla parrocchia della Santissima Annunziata, quindi prima di consegnare la superficie nelle mani di un nuovo proprietario, il cda dovrà risolvere i rapporti intercorrenti con l’attuale concessionario.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X