Quantcast
facebook rss

E’ Giulio Gaspari l’uomo di 85 anni morto dopo essere rimasto coinvolto nell’incendio a Monticelli

ASCOLI - Mentre bruciava delle sterpaglie in un appezzamento di sua proprietà, a ridosso di Largo Ivan Simonetti, ha riportato ustioni che non gli hanno lasciato scampo. A dare l'allarme un vicino che si è reso conto di quello che stava accadendo, ha anche sentito le grida d'aiuto dell'anziano che sembra avesse qualche problema di deambulazione. I Vigili del fuoco hanno spento le fiamme. Inutili i soccorsi dei sanitari giunti a bordo dell' ambulanza del 118. Sul posto anche la Polizia Scientifica. Era molto conosciuto perchè nel popoloso quartiere aveva gestito per tanti anni la stazione di servizio "Esso"
...

Vigili del fuoco e 118 sul luogo della disgrazia a Monticelli

 

di Maria Nerina Galiè

 

L’incendio di sterpaglie si è tramutato in una tragedia. E’ morto così Giulio Gaspari, ascolano di 85 anni, molto conosciuto perchè in passato aveva gestito per diversi anni la stazione di servizio “Esso” a Monticelli.

 

E’ morto mentre stava bruciando degli arbusti in un campo di sua proprietà, ad Ascoli, a ridosso di Largo Ivan Simonetti a Monticelli. La disgrazia si è consumata oggi, giovedì 29 settembre, intorno alle ore 11,30.

 

A dare l’allarme un vicino, le cui finestre affacciano sull’appezzamento, il quale si è reso conto di quello che stava accadendo. L’uomo ha anche sentito le grida d’aiuto dell’anziano che chiedeva aiuto. Probabilmente ha tentato di arginare il rogo e, senza rendersene conto, ha inalato del fumo perdendo così i sensi senza quindi riuscire ad allontanarsi dalle fiamme che in breve tempo lo hanno investito.

 

Sul posto sono immediatamente arrivati i Vigili del fuoco che in pochi minuti hanno spento il fuoco. Gli operatori sanitari giunti a bordo dell’ambulanza del 118 dal vicino ospedale “Mazzoni” si sono precipitati sull’85enne, ferito in modo gravissimo con ustioni sulla maggior parte del corpo. Non dava segni di vita. Hanno tentato in tutti i modi di rianimarlo, ma purtroppo per lui non c’era ormai più nulla da fare: il medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

 

Il corpo di Giulio Gaspari è stato quindi trasportato da un’impresa di pompe funebri all’obitorio dell’ospedale di Ascoli dove è a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa di essere restituito ai familiari. Ad occuparsi dei rilievi è stata la Polizia Scientifica.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X