Quantcast
facebook rss

I writer italiani arrestati in India: apprensione per Paolo Capecci a Grottammare, la mamma attende notizie dalla Farnesina

LA MADRE del 27enne in contatto con il Ministero degli Esteri che viene aggiornato dall'Ambasciata italiana in India. Preoccupazione anche per il sindaco Enrico Piergallini, anche lui in contatto con  la famiglia di Paolo. Il ragazzo viveva a Londra da sette anni e l'ultima volta aveva parlato al telefono con la madre poche ore prima del fatto 
...

I quattro writer, in piedi due poliziotti, nel riquadro uno dei graffiti disegnati sulle carrozze della metropolitana

 

di Andrea Ferretti

 

La notizia dell’arresto dei quattro giovani writer italiani avvenuto in India ha fatto ieri il giro non solo dell’Italia ma del mondo. Non è la prima vota che accade una cosa del genere, ma il fatto che due dei quattro arrestati sono marchigiani, di cui uno di Grottammare, e due del vicino Abruzzo, ha inevitabilmente allertato media e, di conseguenza, i lettori delle due regioni.

 

I quattro sono stati incastrati dalle immagini delle videocamere di sorveglianza, il nemico numero uno per chi pratica questo genere di arte che spesso corre ai confini della legalità. Confine sorpassato, come avvenuto in questo caso. Che poi molti negozianti negli ultimi vent’anni siano ricorsi proprio a loro per la realizzazione di un disegno sulla propria serranda per evitare scritte e tag incomprensibili alla maggior parte degli umani che sono invece opera degli impuniti incappucciati della notte, è un altro discorso. Tra i writer, quelli veri e questi sporcaccioni, esiste una sorta di codice deontologico. Non si… fanno male, insomma non si danneggiano.

 

Quanto avvenuto in India, però, rappresenta al momento un caso ufficialmente internazionale, di cui la Farnesina è stata inevitabilmente stata subito messa al corrente. I quattro sono Paolo Capecci 27 anni di Grottammare, Sacha Baldo 29 anni di Monte San Vito (Ancona), Gianluca Cudini 24 anni di Tortoreto (Teramo) e Daniele Stranieri 21 anni di Spoltore (Pescara.

 

Sono stati beccati dopo che avevano dato sfogo alla loro arte sulle carrozze di un convoglio della metropolitana di Gomtipur, a Ahmedabad una città dello Stato di Gujarat. Visione dei filmati, l’identificazione e il fermo, la perquisizione domiciliare con il ritrovamento di una scorta di bombolette spray di vari colori è quello che è avvenuto nelle ore successive.

 

I guai si spera finiscano presto per i quattro ragazzi, ma al momento sono appena iniziati. Il danno stimato è di circa 600 euro, l’equivalente di 50.000 rupie indiane. Si spera che la vicenda possa chiudersi con un risarcimento, ma probabilmente non sarà così.

 

Hanno imbrattato – arte o non arte, alla fine di questo si tratta – due carrozze e pali della linea elettrica. Sulle prime è comparsa la scritta “Tata”, sui secondi “Tas” (tagliatelle alla salsa).

 

Come da prassi, è stata l’Ambasciata italiana in India a comunicare al Ministero degli Esteri quanto avvenuto. Poi è toccato a un funzionario della Farnesina ad avviare le famiglie dei quattro giovani. Compresa dunque anche quella di Paolo Capecci. «Siamo in ansia e in attesa di sapere qualcosa di più su quanto accaduto» dice la madre di Paolo, Francesca Puglia, che ha il telefono stretto in mano in attesa di ricevere notizie.

 

Paolo Capecci aveva vissuto a San Benedetto, nel 2015 il trasferimento a Londra dove in questi sette anni ha fatto diversi lavori. Era giornalmente in contatto con la mamma, l’ultima volta si sono sentiti sabato, poi è accaduto quello che ora tutto il mondo sa.

 

La madre di Paolo ha parlato anche con il sindaco di Grottammare Enrico Piergallini il quale si è messo a disposizione, per quello che può fare e per quelle che sono le sue competenze. In questa fase c’è solo da attendere “lumi” dalla Farnesina che è in contatto con l’Ambasciata italiana in India la quale viene costantemente aggiornata sull’evolversi della situazione. «Auspichiamo tutti – le parole del primo cittadino grottammarese – che venga chiarito tutto al più presto».

 

Anche un 27enne di Grottammare tra i quattro writers arrestati in India


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X