Quantcast
facebook rss

A Erwin Wortelkamp la cittadinanza onoraria di Acquaviva Picena

IL COMUNE l’ha conferita all’artista tedesco per il valore della sua opera e per il legame con il paese dove trascorre gran parte dell’anno dal 1986
...

Erwin Wortelkamp, il sindaco Sante Infriccioi, Ulla Wortelkamp, l’assessore alla cultura Marianna Spaccasassi

 

Il Comune di Acquaviva Picena ha conferito all’artista tedesco Erwin Wortelkamp la cittadinanza onoraria in segno di riconoscimento per il valore della sua opera e di ringraziamento per il suo legame con Acquaviva. La cerimonia si è tenuta nella Sala del Palio del Comune.

 

Hanno partecipato amministratori e cittadini, e il sindaco Sante Infriccioli ha illustrato le motivazioni del riconoscimento a Wortelkamp, scultore e pittore tedesco che gode di prestigio internazionale. Le sue opere sono esposte in tutto il mondo e nella sua Germania, nella valle del Westerwald dove vive, in un parco di undici ettari sono collocate sue sculture e quelle di numerosi altri artisti.

 

Nel 1986 l’artista e la sua famiglia hanno scoperto Acquaviva. Ha acquistato una casa dove trascorre diversi mesi all’anno e dove continua a realizzare le sue opere su carta traendo ispirazione dai colori e dalle atmosfere della campagna marchigiana. La sua casa è diventata luogo di incontro per artisti e studiosi. Nel 1988 venti sue grandi sculture sono state esposte in diversi luoghi del centro storico di Acquaviva e nella chiesa di San Francesco.

 

«Per la prima volta ad Acquaviva, a cui io e la mia famiglia siamo legati da un rapporto molto speciale – ha detto Wortelkamp –  ho potuto esporre nel 1988 le mie sculture non all’interno di un museo ma in un contesto urbano e chiamai la mostra “Sculture che cercano e trovano il loro luogo”. Da allora questo è il mio concetto artistico».

 

L’esperienza dell’installazione di grandi opere in un contesto urbano, realizzata per la prima volta in Acquaviva, è stata poi replicata in altri paesi, alla ricerca di nuovi spazi al di fuori di quelli museali, in cui le opere potessero dialogare con gli ambienti circostanti, e dal 1988 nelle oltre 30 mostre realizzate in diversi Paesi sono sempre presenti lavori di Acquaviva.

 

A Wortelkamp è stata donata una pergamena realizzata a mano dall’acquavivana Sara Carloni e una “pajarola” realizzata da Clara Travaglini.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X