Quantcast
facebook rss

Le criticità del presente e le sfide del futuro

LA CNA di Ascoli al fianco delle imprese, tra ostacoli e opportunità. Le parole della presidente Arianna Trillini e del direttore Francesco Balloni
...

 

Costrette a fare i conti con bollette sempre più salate, un preoccupante scenario geopolitico e le ripercussioni sul piano economico di due anni trascorsi all’insegna di restrizioni e chiusure, le imprese del Piceno stanno vivendo uno dei momenti più complessi della storia recente. Le prospettive, a breve termine, peraltro, non lasciano certo ben sperare. Percorrendo la via del dialogo con le istituzioni, già da diversi mesi come associazione avanziamo proposte estremamente concrete, che se inserite nell’agenda politica nazionale contribuirebbe a restituire fiducia, stabilità e certezze a chi, con coraggio e determinazione, continua a investire sul territorio.

Arianna Trillini, presidente

 

C’è ancora molto lavoro da fare. In una fase così delicata, è necessario che il nuovo Governo intervenga al più presto per porre un freno alle criticità che oggi tengono in scacco il nostro tessuto imprenditoriale e, di conseguenza, l’economia di un territorio che sta pagando a caro prezzo le difficoltà che di anno in anno, a partire dalla crisi economica e dal terribile sisma del 2016, stanno ostacolando la crescita delle nostre aziende.

 

Nonostante tutto, però, il Piceno, da sempre terra di artigianato, di lavoro e di impresa, non si arrende. Lo dimostrano i dati relativi all’andamento delle attività commerciali ed economiche attive sul territorio provinciale, che al 31 agosto 2022 registrano una crescita del +0,26% rispetto al dato dell’anno precedente.

 

L’elaborazione a cura della Camera di Commercio delle Marche evidenzia come, pur a fronte delle straordinarie contingenze di carattere economico e sociale, le imprese del Piceno abbiano retto l’impatto con la crisi, proseguendo con costanza nel percorso di ripresa inaugurato a partire dai primi mesi del 2021.

Francesco Balloni, direttore

 

Indubbiamente favorite dal boom degli ecobonus, uno strumento che in questi mesi ha dimostrato di poter abbinare al meglio la ripartenza economica di una filiera cruciale per le sorti del Piceno alla riqualificazione del patrimonio immobiliare locale, il settore delle costruzioni può contare su un bilancio positivo di 40 imprese, seguito a ruota dal +32 fatto segnare dalle attività immobiliari e dal +26 di quelle professionali, scientifiche e tecniche.

 

Positivo anche il saldo delle attività artistiche, sportive e di intrattenimento, con 15 realtà economiche in più rispetto all’agosto 2021, e dei servizi di alloggio e turismo, un comparto che nonostante le restrizioni e gli aumenti in bolletta continua a rappresentare uno dei fiori all’occhiello del Piceno, con un aumento di 17 unità. Bene anche le attività di supporto alle imprese, che insieme alle agenzie di viaggi portano 20 nuove aziende alla causa dell’imprenditoria picena.

 

In calo, invece, le quotazioni del commercio all’ingrosso, con 38 imprese costrette ad abbassare la serranda nel saldo con lo scorso anno, e del settore primario, che vede agricoltura, silvicoltura e pesca chiudere con un passivo di 29 unità.

 

Il bilancio complessivo del Piceno parla di 54 attività economiche in più registrate nell’ultimo anno, per un totale di 20.808 aziende pronte ad affrontare le sfide che, come imprenditori e rappresentanti di categoria, ci attendono da qui ai prossimi mesi.

 

Per superarle, però, sarà indispensabile sfruttare al meglio le risorse messe a disposizione dal Fondo complementare sisma e da un pacchetto da 300 milioni di euro stanziati per le imprese marchigiane in un’ottica di sostegno agli investimenti, valorizzazione ambientale e promozione turistica, culturale, sportiva e sociale.

 

Mancano ormai pochi giorni alla scadenza dei bandi, e il Piceno non può permettersi di vanificare un’occasione simile. Per questo, già a partire dai primi mesi dell’anno, la CNA di Ascoli Piceno ha attivato una campagna di promozione sul territorio per consentire alle imprese di mettere in campo, in tempo utile, una progettazione in chiave innovativa.

 

Particolarmente eloquente il caso di Montalto, dove in piena sinergia con l’Amministrazione comunale, l’agenzia di progettazione territoriale Marchingegno e il confidi Uni.Co. abbiamo attivato uno sportello settimanale dedicato alle imprese, con l’obiettivo di fornire supporto e assistenza nella redazione dei progetti e individuare le soluzioni più a ogni esigenza.

 

Un’iniziativa che si inserisce perfettamente nell’attività quotidiana dei nostri uffici, nella consapevolezza che lavorando di squadra saremo in grado ancora una volta di superare le difficoltà e tornare a guardare con fiducia al futuro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X