Quantcast
facebook rss

Sintomi da sospetto covid: consigliere allontanato dall’aula durante il Consiglio comunale

DALLE MARCHE - Ad Ancona, risultato negativo ai tamponi rapidi salivari, ha informato il presidente Sanna della sua situazione chiedendo di poter partecipare da remoto. Il regolamento comunale parla però di un preavviso da dare 24 ore prima con una mail allegando un certificato medico
...

Andrea Vecchietti

 

Curioso episodio quello capitato questa mattina al Consiglio comunale di Ancona. Protagonista Andrea Vecchietti, capogruppo del Movimento 5 Stelle, che è stato accompagnato fuori dalla sala consiliare dalla Polizia Municipale su richiesta del presidente del Consiglio comunale Tommaso Sanna.

Motivo? Il sospetto che potesse avere il covid. A finire sotto accusa è il regolamento comunale, troppo rigido nel punto riguardante la partecipazione alla riunione da remoto, criticato da maggioranza e opposizione.

Ieri sera Vecchietti, accortosi di avere sintomi blandi e dopo essere risultato negativo ai tamponi rapidi salivari, ha informato il presidente Sanna della sua situazione chiedendo per precauzione di poter partecipare al Consiglio di oggi da casa. Sanna è stato costretto a negare questa opportunità perchè il regolamento comunale parla di un “preavviso da dare 24 ore prima, per email e con allegato un certificato medico”.

Richiesta dunque impossibile da esaudire per Vecchietti, con il Consiglio comunale in programmato alle 9 di oggi. Così questa mattina si è presentato regolarmente in aula essendoci importanti delibere da votare, indossando precauzionalmente la mascherina.

Sanna, dopo aver chiesto anche il parere del segretario Giovanni Montaccini, ha chiesto a Vecchietti di abbandonare l’aula ritenendo non sicuri al 100% i tamponi salivari. Dopo un tira e molla che non ha sortito frutti, Susanna Dini del Pd ha chiesto una convocazione urgente dei capigruppo per decidere sul da farsi. A questo punto Vecchietti, in riunione con i citati rappresentanti dei gruppi consiliari, si è tolto la mascherina mandando un po’ tutti i colleghi sulle furie.

Tornata la calma, tutti hanno concordato in via eccezionale di derogare al regolamento e far partecipare Vecchietti da casa. Ma lui non ha voluto sentir ragioni. A questo punto Sanna ha chiesto alla Polizia Municipale di accompagnarlo fuori da Palazzo degli Anziani. «Purtroppo non mi ha lasciato alternativa – il commento di Tommaso Sanna – ho dovuto farlo portare via dai vigili urbani. Abbiamo provato a spiegargli che il suo comportamento non era idoneo, tantomeno ha accettato la nostra mediazione. Lo chiamerò perché mi è dispiaciuto molto quanto accaduto sul piano umano».

 

Il capogruppo M5S ha rinunciato a collegarsi da casa e ha preferito non commentare l’accaduto. Intanto in aula si è sviluppata una discussione sulla rigidità del regolamento comunale sul tema della partecipazione da remoto in caso di malattia. E’ probabile che a breve la norma venga modificata o quantomeno interpretata in misura molto più elastica per evitare che possano capitare di nuovo brutti episodi come questo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X