Quantcast
facebook rss

Prelievo di fegato su una 97enne: la donatrice più anziana d’Italia all’ospedale di Fabriano

L'ORGANO è stato poi trapiantato su un paziente degente a Torrette. Le congratulazioni della responsabile centro trapianti De Pace e dell’assessore Saltamartini
...
293400055_2162745397241574_9039270519498964109_n-325x225

L’ospedale Engles Profili di Fabriano

 

di Antonio Bomba

 

Prelievo di fegato da record nazionale nelle Marche e più precisamente a Fabriano.
Sabato, all’ospedale Profili, è stato infatti prelevato l’organo vitale ad una quasi centenaria, residente nel comune, purtroppo deceduta a causa di un’emorragia cerebrale all’età di 97 anni, 6 mesi e 29 giorni. Mai accaduto prima in Italia.

 

L’organo della donna è stato poi trapiantato ieri a Torrette, Ancona, e l’intervento, essendo perfettamente riuscito, ha permesso di salvare una vita. Un particolare non da poco.

 

A tal proposito la responsabile del centro trapianti di Torrette, la dottoressa Francesca De Pace, ha ringraziato «la famiglia del donatore per la sua generosità e l’equipe dell’ospedale di Fabriano che ha reso possibile il trapianto».

 

Il precedente primato di prelievo del fegato nelle Marche fu fatto registrare nel 2009. Allora a donare il proprio organo fu sempre una donna, ma di Montegiorgio, spirata all’età di 94 anni. Per anni questo è stato anche record nazionale prima di essere superato. Fino a sabato il primo posto apparteneva all’ospedale di Firenze che si è visto sorpassare dal Profili per una questione di mesi. Anche la loro donatrice aveva infatti 97 anni sulla carta d’identità.

 

A complimentarsi con le equipe di Fabriano e Ancona è anche l’assessore regionale alla sanità Filippo Saltamartini: «Ringrazio la dottoressa Francesca De Pace, responsabile del Centro Regionale Trapianti Marche e il suo staff per il grande lavoro svolto quotidianamente. Il fegato notoriamente – ha proseguito l’assessore – è un organo molto longevo e comunque l’età media dei donatori negli anni è aumentata.

 

Le persone più anziane sono erroneamente convinte di non poter donare gli organi – ha aggiunto concludendo il suo discorso – invece non dovrebbero registrare un’opposizione al momento del rinnovo della carta di identità, perché ci sono organi particolarmente longevi come il fegato che possono servire a salvare vite. Mi sento si ringraziare col cuore la famiglia della donatrice, e anche lo staff di Fabriano che, agendo tempestivamente, ha reso possibile il trapianto».

 

Effettivamente nel 2021, dicono i dati regionali, l’età media dei donatori utilizzati è stata di 60,4 anni, nel 2002 era di 52 anni. Quasi il 50% dei prelievi di organi dello scorso anno è stato effettuato su persone decedute oltre i 65 anni, e il 13,6% dei donatori aveva più di 80 anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X