Quantcast
facebook rss

L’Ascoli pareggia, il Brescia contesta e poi si ammutolisce

SERIE B - La partita del "Rigamonti" finisce con un punto per parte e con le rondinelle in silenzio stampa dopo lo sfogo del presidente Cellino in tribuna. Nel primo tempo bianconeri evanescenti, poi la grande reazione dopo il gol subìto
...

 

di Lino Manni

 

Dopo “Il sabato del villaggio” di Leopardi e “La febbre del sabato sera” con Jonh Travolta, ecco… “il sabato dell’Ascoli di mister Bucchi”. Visto l’orario delle 14, oggi davvero non avrei digerito bene la sconfitta. Per fortuna il gol di Botteghin, per un giusto e meritato pareggio. Nel primo tempo poco Ascoli, in campo quasi svogliato, con un Gondo generoso ma (non solo lui) evanescente. Per il resto, ritmo blando e azioni poco manovrate. Il primo tempo si chiude con cinque angoli a zero per l’Ascoli, una ciabattata di Collocolo, tre tiri nello specchio della porta del Brescia e niente più. Nella ripresa, giusto per ricordare ai tifosi di casa il divin codino Roberto Baggio, c’è Mendes con il codino per contrastare i “boccoli” di Aye che dopo pochi minuti porta in vantaggio il Brescia con un classico gollonzo: solo in mezzo all’area, tra due difensori bianconeri, impatta di testa e la strana traiettoria diventa un pallonetto che beffa Guarna. A questo punto l’Ascoli si sveglia. Dionisi potrebbe segnare, Falasco su punizione si vede respingere il pallone dal portiere bresciano, Mendes è bravo ma Lezzerini compie un miracolo. I bianconeri non ci stanno a perdere ed è assedio, con ben undici calci d’angolo battuti. Ma la palla non vuole entrare. Ci pensa Botteghin, con un colpo di testa in tuffo nel recupero finale a mettere la palla dentro e accendere le proteste dei bresciani. A farne le spese il portiere Lezzerini, espulso. In tribuna va bene al presidente Cellino che ha “qualcosa” da dire all’arbitro. Il Brescia a fine gara comunica il silenzio stampa. Ognuno è libero di dire la sua, Cellino compreso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X