Quantcast
facebook rss

Ex bambinopoli, la riqualificazione fa discutere la minoranza: «Per cosa vengono spesi i 35.000 euro?»

SAN BENEDETTO - La minoranza chiede per cosa debbano essere spesi i 35.000 stanziati. L'idea dell'Amministrazione è di riqualificare il bene e di riaprire la bambinopoli per la prossima stagione estiva
...

L’ex bambinopoli

 

di Giuseppe Di Marco

 

Sono nuove frizioni fra maggioranza e opposizione. quelle andate in scena questa sera in commissione bilancio sulla riqualificazione dell’ex bambinopoli, che attualmente versa in stato di degrado. Il Comune, nel Consiglio di sabato 19 novembre, approverà una variazione di 35.000 euro di cui la minoranza ha chiesto la destinazione specifica. La risposta dell’Amministrazione, però, non ha soddisfatto le aspettative.

 

In realtà, la somma necessaria a riqualificare l’area sarebbe molto maggiore. Il 12 novembre, infatti, è stata fatta richiesta ai servizi finanziari di accantonare 100.000 euro per rimettere in sesto il manufatto ex bambinopoli, che a detta del vicesindaco Tonino Capriotti è di proprietà privata. Di questo bene, al momento, si sta valutando l’utilizzo, e i 100.000 euro sono stati preventivati a causa della carenza manutentiva dell’immobile, per la sua eventuale acquisizione e per garantirne la riapertura per la stagione estiva 2023.

 

I 35.000 euro, in tal senso, sono stati chiesti per cominciare l’operazione, ma la sua destinazione specifica non viene chiarita in commissione, e quindi l’opposizione si è chiesta a cosa possa servire una variazione urgente.

 

«Qual è l’urgenza di stanziare questi 35.000 euro? – chiede Giorgio De Vecchis – Si vuole acquistare il bene? Domando perché vorrei essere tranquillo sul fatto che con quella somma acquisiremo la proprietà del bene, ma in tutta onestà non mi tornano i conti. Spero che non vengano chiesti questi soldi per effettuare presunte migliorie su un bene che non ci appartiene».

 

«Si tratta di una scelta politica – ribatte duramente Umberto Pasquali – Adesso vengono stanziate queste risorse, che dal prossimo anno saranno disponibili. Dal 1° gennaio potremo decidere cosa farne». Scintille, insomma, fra i due ex compagni di lista, che non hanno risparmiato vicendevoli polemiche neanche quando si trovavano entrambi in San Benedetto Viva.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X