Quantcast
facebook rss

Casa di comunità, il Comune chiede il valore del terreno all’Agenzia delle Entrate

SAN BENEDETTO - Il valore del lotto che verrà ceduto all'Asur per realizzare il presidio sanitario è ancora ignoto. Il rischio è che il Comune debba procedere ad un conguaglio oneroso: la stipula infatti prevede la permuta del distretto di Via Romagna
...

Il terreno su cui dovrebbe sorgere la futura casa di comunità di San Benedetto

 

di Giuseppe Di Marco

 

L’Amministrazione comunale di San Benedetto ha presentato ufficiale richiesta all’Agenzia delle Entrate per sapere il valore del terreno su cui sorgerà la futura casa di comunità prevista dal piano di edilizia sanitaria regionale.

 

Conoscere il valore di questo appezzamento è un passaggio chiave per capire i termini dell’accordo che il Comune ha stipulato con l’Asur al fine di realizzare una struttura sanitaria per la medicina territoriale in zona Ragnola. Il lotto in questione si trova a breve distanza dall’Istituto Tecnico Commerciale “Capriotti”.

 

Mesi fa, l’assessore all’urbanistica Bruno Gabrielli rese noto che il civico 124 di Viale De Gasperi si era accordato con l’Asur per una permuta del distretto sanitario di Via Romagna. In sostanza, l’ente pubblico entrerà in possesso del volume in zona centrale, e in cambio l’azienda sanitaria otterrà gli ettari posti fra Via Sgattoni e Viale dello Sport.

 

Lo stesso accordo dice inoltre che qualora il valore del distretto debba risultare superiore a quello del terreno, il Comune estinguerà il disvalore con un conguaglio. In tal senso, l’Asur ha già provveduto a chiedere alle Entrate il valore del suo pacchetto, mentre fino ad oggi il Comune, per quanto riguarda il suo terreno, ha fatto riferimento ad una vecchia stima, che ne aveva fissato il valore a 109.000 euro.

 

Una somma che si teme possa essere di gran lunga inferiore al valore del distretto. In quel caso, il conguaglio del Comune, che sia in denaro o in immobili, potrebbe gravare eccessivamente sulle casse dell’ente. In una recente commissione sanità, pertanto, la consigliera Annalisa Marchegiani è tornata ad esortare l’Amministrazione a sincerarsi dell’effettivo valore del proprio bene. Di conseguenza, il Comune ha proceduto a depositare la richiesta presso l’Agenzia delle Entrate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X