Quantcast
facebook rss

La Polizia Stradale compie 75 anni e ricorda le vittime della strada

ISTITUITA il 26 novembre 1947, celebra l'anniversario domenica 20 in occasione della "Giornata nazionale delle vittime della strada". Ecco i preoccupanti numeri della Polstrada nel Piceno. Il clamoroso caso del conducente con tasso alcolemico da record che, guidando quasi in stato di incoscienza, ha causato un frontale per fortuna senza conseguenze mortali. Ultima follia la scorsa notte nel vicino Abruzzo
...

Una pattuglia della Polizia Stradale di Ascoli nel cortile della Questura

 

Domenica 20 novembre si celebra la “Giornata nazionale delle vittime della strada”, dedicata a quanti hanno perso la vita a causa di incidenti automobilistici, ed ai loro familiari. Mercoledì 26 novembre, invece, il 75° dell’istituzione della Polizia Stradale.

 

Un’auto della Polstrada davanti la sede del Comando provinciale

Che continua ad impegnarsi quotidianamente nella prevenzione degli incidenti anche attraverso progetti didattici rivolti alle scuole. I  numeri, purtroppo, continuano ad essere allarmanti. Nel 2021 in Italia sono decedute 2.875 persone a causa di incidenti automobilistici, 204.728 sono stati i feriti, anche gravissimi.

Non può dunque non essere crescente è l’attenzione anche della Polizia Stradale di Ascoli nel contrastare ad esempio le cosiddette “stragi del sabato sera”, un fenomeno che all’inizio poteva essere circoscritto ai fine settimana che oggi è in agguato ogni sera.

 

Il Comando della Polizia Stradale ogni settimana predispone su tutto il territorio della provincia di Ascoli servizi mirati, anche con l’ausilio delle Volanti della Questura di Ascoli e del Commissariato di San Benedetto, per prevenire, e spesso reprimere, le condotte di chi si mette al volante dopo aver assunto alcolici o stupefacenti costituendo un pericolo mortale per se stesso, per chi viaggia con lui e per altri utenti della strada.

 

Lo scorso fine settimana, giusto per fare un esempio recente, sono state sei le patenti ritirate dagli agenti della Polstrada ascolana per guida in stato di ebbrezza: valori riscontrati da un minimo di 0,78 grammi/litro a un massimo 1,78. Quasi tutti avevano alzato il gomito alla Fiera di San Martino a Grottammare.

Luca Iobbi, comandante provinciale della Polizia Stradale di Ascoli

 

Non solo, ma nelle ultime settimane le patenti ritirate dalla Polizia Stradale sono state undici: dieci per assunzione di alcolici, una per uso di stupefacenti.

 

Il caso più clamoroso è stata senza dubbio il conducente di un’auto trovato il cui tasso alcolemico è risultato, purtroppo, da record: 4.23 grammi/litro. In pratica, era al volante in una condizione di quasi incoscienza. Eppure si è messo alla guida causando inevitabilmente un incidente  con un altro veicolo. Miracolo: il terribile frontale non ha avuto conseguenze mortali.

 

ULTIMO CASO LA NOTTE SCORSA

 

L’allarme della Polstrada trova conferme a ogni dove. L’ultima la notte scorsa, quella tra venerdì 18 e sabato 19 novembre, dopo quanto avvenuto lungo la Teramo-mare, una sorta di parallela dell’Ascoli-mare. Ai Carabinieri di Teramo è stata segnalata un’auto che viaggiava contromano. Alla ricerca della vettura, hanno notato sull’asfalto profondi solchi lasciati da un mezzo che viaggia senza pneumatici e i cerchioni a contatto col fondo stradale. Hanno seguito quei solchi e sulla vicina Provinciale hanno bloccato l’auto che viaggiava senza un pneumatico anteriore. Alla guida un uomo completamente ubriaco: all’etilometro un tasso alcolemico tre volte superiore al limite. E’ stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e gli è stata ritirata la patente. In questo caso, fortunatamente, nessun incidente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X