Quantcast
facebook rss

Bidirezionalità della violenza: sabato il convegno

SAN BENEDETTO - All'auditorium comunale si torna a parlare di vittime e carnefici che essere sia donne che uomini. Antonella Baiocchi: «Una anticostituzionale discriminazione negare il diritto di tutela per questioni di sesso e di minoranza numerica»
...

 

Si tiene sabato 26 novembre, dalle ore 8,45 alle 13, all’Auditorium comunale “Tebaldini” di San Benedetto il convegno “Tutela per tutte le vittime donne, minori e uomini: superare le discriminazioni per avere solo vittime di serie A”. Organizzato dall’associazione A.Pro.S.I.R. (presidente Adamo De Amicis, appartenente alla Polizia di Stato), in collaborazione con l’Associazione Nazionale Familiaristi Italiani presieduta dall’avvocato Carlo Ioppoli, è curato dalla psicoterapeuta Antonella Baiocchi che per il quinto anno è direttore scientifico di una iniziativa a largo spessore che promuove il concetto della “bidirezionalità della violenza”.

 

Antonella Baiocchi

«Chi considera questo convegno una provocazione perché effettuato a ridosso del 25 novembre si sbaglia di netto – dice Antonella Baiocchi – vuole essere invece una preziosa opportunità per abbattere barriere mentali che impediscono la ragionevolezza. Continuare a considerare la violenza unidirezionale, cioè carnefici solo gli uomini e vittime solo le donne, comporta gravose problematiche di salute e sicurezza pubblica. Da un lato comporta una grave mancanza di tutela delle vittime di sesso maschile, per la tutela dei quali lo Stato non spende un euro, dall’altro comporta il fallimento dell’efficacia delle strategie di fronteggiamento e prevenzione messe in atto per contrastare la violenza. Se le Donne delle Pari Opportunità approfondissero l’angolazione della bidirezionalità della violenza, invece di discriminarla a priori sulla base di frammentarie informazioni – conclude la Baiocchi – diventerebbe palese che essa rappresenta una risorsa e non una minaccia per la tutela della donna in quanto non nega né svilisce la realtà della violenza di genere».

 

Saranno presenti il senatore Guido Castelli, la vice presidente dell’Ordine degli psicologi delle Marche Silvia Di Giuseppe, la vice presidente dell’Ordine dei giornalisti delle Marche Alessandra Pierini, il commissario della Polizia di Stato Daniele Luzi, il tenente dei Carabinieri di San Benedetto Massimiliano D’Antonio, il coordinatore nazionale del Dipartimento tutela vittime FdL Cinzia Pellegrino, il dirigente Cure tutelari di Area Vasta 5 Vinicio Alessandroni.

 

Oltre alla dottoressa Antonella Baiocchi, relazioneranno Fabio Nestola (direttore Centro Studi Applicati di Roma); Roberta Di Marco (avvocato), Alessio Cardinale (presidente Adiantm di Roma), Rita Fadda (presidente Luvv di Roma), Mara Vena (coordinatrice call center “Cav oltre il genere”) e i rappresentanti dei media Giancarlo Trapanese, Roberta Piergallini, Stefania Serino, Flavio Nardini, Roberto Rotili.

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X