Quantcast
facebook rss

La tragedia di Simone Sartini, schiacciato in ambulanza dal container

DALLE MARCHE - Aveva compiuto 28 anni lo scorso maggio. Ha perso la vita mentre si trovava alla guida del mezzo di soccorso diretto a Torrette. A piangerlo l'intera Associazione regionale Conducenti Emergenza Sanitaria delle Marche. Il cordoglio è arrivato anche dal Ministro della Salute, Orazio Schillaci
...
morto

L’ambulanza della Cri schiacciata dal container. Nel riquadro, Simone Sartini

di Alberto Bignami

Entrato come volontario nella Croce Rossa di Senigallia, la città dove era nato e viveva, ne era diventato dipendente con il ruolo di autista soccorritore.
Simone Sartini, 28 anni compiuti lo scorso maggio, si trovava alla guida dell’ambulanza Cri che dall’ospedale di Senigallia era diretta a quello regionale di Ancona per un servizio ‘Secondario’.

incidente-Tir-ambulanza-CRI-SS76-DSC_0117-325x217

Insieme al collega Serse Caldarella, 59enne anche lui di Senigallia e che ha riportato oltre40 giorni di prognosi a seguito delle ferite al costato e alla testa, ma non in pericolo di vita, stavano accompagnando l’81enne Cosimo Maddalo, pugliese residente però da anni nella città della Spiaggia di Velluto.

Anche l’anziano è deceduto a seguito del tragico incidente dopo che il mezzo di soccorso è stato schiacciato dal container di un tir che trasportava balle di fieno, il cui carico sembra essersi sbilanciato a sinistra, nell’affrontare una curva sulla Ss 76.

Simone era un ragazzo dal cuore d’oro. «L’ultimo ricordo che ho di lui è di giovedì seraracconta Stefano

6b3fbcd0-79cd-4ed1-9607-bd706ad6634c-325x323

Simone Sartini

Marconi, presidente del Co.E.S. Marche, l’Associazione Conducenti Emergenza Sanitaria delle Marchequando abbiamo giocato a calcio. Faceva parte della squadra dei soccorritori del 118.

Un ragazzo prudente, sensibile, che faceva col cuore ogni cosa. E questo, perché era il suo cuore ad essere grande. Lo ricordo anche il 20 marzo scorso, quando andammo tutti a Roma per la festa dei 30 anni del 118, in pullman.

Aveva partecipato con il gruppo Co.E.S. Marche, di cui era socio, e recentemente aveva anche partecipato ai corsi di aggiornamento sempre organizzati dal Co.E.S., riguardanti l’elisoccorso, le auto elettriche. Corsi che servono per avere una guida sempre più sicura.

Con Simone – conclude – da colleghi, siamo diventati soprattutto amici tanto che insieme eravamo stati anche alla festa di Halloween a Corinaldo. Quanto accaduto è una immensa perdita per la Cri, per tutti».

La Croce Rossa era per lui un solido valore.

Con l’alluvione dello scorso 15 settembre, si prodigò fin da subito indossando quella divisa rossa, della Cri, di cui andava orgoglioso e fiero. Tante anche le Campagne alle quali aveva partecipate, organizzate per insegnare e apprendere una guida sicura, per evitare gli omicidi stradali.

 

incidente-mortale-chiaravalleOltre al mondo del volontariato, della Croce Rossa e delle pubbliche assistenze, ad esprimere le proprie condoglianze è stato anche il Ministro della Salute, Orazio Schillaci. «Desidero esprimere profondo cordoglio – ha detto – per la tragica morte dell’autista della Croce Rossa e del paziente a bordo dell’ambulanza Cri travolta e schiacciata da un tir.

In questo momento di dolore rivolgo la mia vicinanza ai familiari delle vittime, ai feriti, tra i quali uno grave, e a tutta la comunità dei volontari della Croce Rossa Italiana».

 

4b2d217d-1e05-4d68-a972-e6870304f325-429x650

Simone Sartini con la divisa della Cri

incidente-Tir-ambulanza-CRI-SS76-DSC_0121-650x433

L’incidente a Chiaravalle

incidente-Tir-ambulanza-CRI-SS76-DSC_0166-650x433

L’incidente a Chiaravalle

incidente-Tir-ambulanza-CRI-SS76-DSC_4694-650x432

L’incidente a Chiaravalle

incidente-Tir-ambulanza-CRI-SS76-DSC_4730-650x432

L’incidente a Chiaravalle

incidente-Tir-ambulanza-CRI-SS76-DSC_4717-650x432

L’incidente a Chiaravalle

incidente-Tir-ambulanza-CRI-SS76-DSC_4700-650x432

L’incidente a Chiaravalle

incidente-Tir-ambulanza-CRI-SS76-DSC_0046-650x433

L’incidente a Chiaravalle

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X