Quantcast
facebook rss

La rottura di una condotta idrica provoca un pericoloso smottamento in via Loreto 

ASCOLI -  Vigili del fuoco e Polizia municipale hanno chiuso la strada appena prima che venisse invasa dai detriti. Disagi per alcune famiglie rimaste quasi isolate: possono uscire di casa soltanto attraverso una strada dissestata. La Ciip già al lavoro per ripristinare il danno 
...

 

La rottura di una condotta idrica ha causato un pericoloso smottamento in via Loreto, ad Ascoli, intorno alle ore 10,30 di oggi, 9 dicembre.

 

Un pezzo di terra di è staccato dalla scarpata adiacente la strada e solo il tempestivo intervento di Vigili del fuoco e Polizia Municipale  – che hanno provveduto ad interdire la carreggiata prima che fosse completamente invasa dai detriti – ha evitato che persone e auto venissero travolte.

 

L’allarme è stato dato da alcuni passanti che hanno visto il movimento di terra. Sono intervenuti i Carabinieri forestali e, a seguire, i pompieri ed i Vigili urbani che hanno immediatamente attivato l’Ufficio tecnico comunale per transennare la zona.

 

Dai primi rilievi è stato subito chiaro il motivo del dissesto, riconducibile appunto alla rottura di una condotta idrica. Pertanto è stata subito interessata la Ciip, i cui tecnici, coordinati dall’ingegner Massimo Tonelli, sono già al lavoro per ripristinare il danno prima possibile.

 

Ora, il problema, sta nel fatto che la strada sarà riaperta soltanto dopo la messa in sicurezza della condotta, per scongiurare che il fatto si possa ripetere. E potrebbe non trattarsi di un lavoro eseguibile in poche ore.

 

Con la conseguenza che alcune abitazioni, raggiungibili proprio da via Loreto, sono rimaste quasi isolate.

 

Quasi, poiché hanno una via alternativa, una strada brecciata che però non è nelle migliori condizioni. Le famiglie interessate sono in contatto con la Polizia Municipale che resta a loro disposizione per qualsiasi necessità.

m.n.g.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X