Quantcast
facebook rss

«Internet non è la rovina dei valori: se coltivato bene può dare buoni frutti»

ASCOLI - Questo lo spirito di “Cons@pevolmente internet”, iniziativa della Polizia di stato, per sensibilizzare i ragazzi sull'uso della rete e che ha fatto tappa al teatro Ventidio Basso. Domani (13 dicembre) si replica a San Benedetto  
...

Il poliziotto scrittore della Questura di Brescia Domenico Geracitano

 

«Oggi ciascuno di noi deve essere un contadino della rete, quel terreno è rappresentato da internet e noi dobbiamo saper seminare quel seme che porterà i frutti attraverso la giusta coltivazione degli spazi virtuali. Nessuno può dire “io non c’entro, io non ho fatto nulla”.

No nessuno di noi oggi può dire: “Internet è la rovina dei valori” perché se coltivato bene può rappresentare una grande opportunità».

 

Questa mattina al teatro Ventidio Basso, di Ascoli Piceno più di 600 studenti delle scuole medie e superiori del capoluogo piceno e dei comuni limitrofi,  insieme alla Polizia di Stato, hanno coltivato la consapevolezza dell’utilizzo della rete attraverso la conferenza teatralizzata “Cons@pevolmente Internet”, tenuta dal poliziotto scrittore della Questura di Brescia Domenico Geracitano.

All’inizio dell’evento, dopo il saluto del poliziotto ad honorem e concittadino ascolano Massimiliano Ossini, c’è stato un momento dedicato alla donazione che ha visto protagonista il segretario regionale delle Marche, dell’associazione “DonatoriNati”  Gerlando Costa.

I ragazzi, molto interessati all’evento, hanno anche avuto modo nel finale di intervenire direttamente sul palco per scambiarsi idee ed impressioni sulla loro visione del mondo social e di internet in generale.

Al termine dell’evento il questore  di Ascoli Piceno Vincenzo Massimo Modeo ha ringraziato e salutato tutte le persone intervenute per l’occasione.

Domani tappa al teatro Concordia di San Benedetto, per gli studenti del comprensorio rivierasco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X