Quantcast
facebook rss

Restyling del Ballarin: uffici comunali sovraccarichi, il progetto deve essere pronto per gennaio

SAN BENEDETTO - Il lavoro da fare è tantissimo, e nel frattempo i tecnici di Viale De Gasperi devono portare avanti tutte le altre pratiche iniziate. Una volta ultimato il progetto, i lavori dovranno essere assegnati entro fine giugno
...

L’ex stadio “Fratelli Ballarin”

 

di Giuseppe Di Marco

 

Uffici comunali al lavoro per tradurre in progetto l’elaborato di Guido Canali, presentato a San Benedetto lo scorso 19 novembre. Nell’ingaggiare il prestigioso progettista, infatti, il Comune non ha potuto includere anche il suo staff. E il lavoro è tanto, forse troppo.

 

Al quarto piano della sede municipale alcuni dipendenti del Comune avrebbero espresso a più riprese preoccupazione per il buon esito dell’operazione. I tecnici infatti devono elaborare in tempi brevi un progetto definitivo che includa le numerosissime idee messe in campo dall’archistar. L’Amministrazione di Viale De Gasperi, in tal senso, ha promesso di produrre risultati concreti entro gennaio 2023, ma date alcune pratiche concomitanti, raggiungere tale obiettivo non sarà cosa semplice.

 

Infatti va tenuto conto che nel frattempo il settore Lavori Pubblici è impegnato nella redazione di un nuovo bando per il completamento del lungomare. Il vertice comunale ha infatti stabilito di risolvere il contratto con la precedente ditta e ripartire da capo per le ultime centinaia di metri da riqualificare nella celebre passeggiata. Tale scelta, peraltro, ha già fatto slittare la ripartenza dei lavori ad ottobre 2023, sempre se tutto andrà come previsto.

 

In più va tenuto conto che in questi giorni sta andando avanti il concorso per il nuovo dirigente ai Lavori Pubblici, al quale sono stati ammessi ben 27 dei 30 candidati iniziali. Se Annalisa Sinatra non dovesse essere riconfermata, a portare avanti la pratica sarebbe qualcuno che fino ad oggi non vi ha mai messo mano.

 

Insomma, il momento è oltremodo delicato: anche se i tecnici del Comune dovessero portare a termine il lavoro entro le scadenze annunciate, l’Amministrazione poi dovrebbe aggiudicare i lavori entro il 30 giugno 2023. E’ questa infatti l’ultima data disponibile indicata dal bando Pnrr da cui l’ex sindaco Pasqualino Piunti è riuscito ad intercettare 2.440.000 euro per effettuare il restyling. Termini improrogabili, pena la perdita del sostanzioso finanziamento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X