Quantcast
facebook rss

Sventato furto in abitazione: presi e denunciati i due malfattori, recuperata la refurtiva

SAN BENEDETTO - L'operazione è stata condotta dai Carabinieri della Compagnia di San Benedetto, allertati dal proprietario (residente fuori provincia), raggiunto dal sistema di allarme scattato sul telefono cellulare. Ecco com'è andata
...

La caserma dei Carabinieri di San Benedetto

 

Un furto in abitazione è stato sventato dai Carabinieri: recuperata la refurtiva, presi e denunciati i due malfattori.

 

L’operazione risale alla notte scorsa, quando il proprietario di una villa sulla costa sambenedettese, ma residente da tempo nel Maceratese, è stato allertato dal sistema di allarme scattato sul telefono cellulare.

 

L’uomo ha subito contattato la Compagnia dei Carabinieri di San Benedetto, per comunicare una presunta intrusione nella sua proprietà.

 

L’attivazione è stata immediata: in un primo momento è stata inviata sul posto la pattuglia più vicina, seguita da atri tre equipaggi, già impiegati nei servizi di prevenzione predisposti dal Comando provinciale dell’Arma di Ascoli.

 

I militari dell’Arma, giunti in pochissimo tempo, anche con l’ausilio di una guardia giurata di una società di vigilanza privata, ha subito accertato segni di effrazione sulla porta di ingresso dell’immobile e percepito movimenti sospetti al suo interno.

 

Mentre i rinforzi cercavano di circondare il casolare, i malfattori, vistisi braccati ed approfittando del buio, si sono dati alla fuga attraverso una porta secondaria abbandonando diversi sacchi pieni di refurtiva all’interno dell’immobile.

 

Il dispositivo di sicurezza, perfettamente coordinato dalla centrale operativa, è riuscito a dare indicazioni ai militari sul campo tali da far accerchiare i ladri e farli fermare nel territorio di Grottammare.

 

L’operazione si è conclusa con il sequestro di diversi oggetti atti allo scasso, una autovettura e due telefonini oltre che con una denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Fermo per due uomini, un italiano ed un rumeno, già noti alle forze dell’ordine per analoghe vicende.

 

Su di loro sono stati raccolti importanti elementi probatori per il reato di tentato furto in abitazione, ora al vaglio dell’autorità giudiziaria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X