Quantcast
facebook rss

Centro Agroalimentare: il suo progetto legato al Pnrr ritenuto dal Ministero tra i migliori d’Italia

SAN BENEDETTO - Il Dicastero dell'Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste ha emesso il decreto ed ha stilato la graduatoria. Finanziabile al 100% il contributo di 7 milioni 850mila euro
...

Il Centro Agroalimentare Piceno

 

Il progetto del Centro Agroalimentare Piceno (Caap), legato al Pnrr di sviluppo e miglioramento della capacità logistica dei mercati agroalimentari è stato inserito nella graduatoria stilata dal Ministero della Sovranità Alimentare e delle Foreste tra i migliori in Italia.

 

Il dicastero ha emesso il decreto di approvazione della graduatoria finale per l’accesso alle agevolazioni per lo sviluppo della logistica agroalimentare tramite il miglioramento della capacità logistica dei mercati agroalimentari all’ingrosso, nell’ambito dell’Investimento 2.1 “Sviluppo logistica per i settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo” del Pnrr, finanziato dall’Unione Europea.

 

L’investimento previsto dal Centro Agroalimentare Piceno e finanziato completamente grazie ai fondi dell’Unione Europea per il Next Generation EU si concretizzerà con la realizzazione di un parco fotovoltaico di 1,348 MW che verrà installato sulla tettoia di copertura da realizzare nel piazzale compreso tra l’edificio mercatale ortofrutta e la palazzina servizi generali/direzionale per una superficie complessiva di 8.000 metri quadrati, funzionale anche per lo svolgimento di diversi servizi e utilità nell’area sottostante. Inoltre sono previsti interventi di ristrutturazione edilizia e tecnologica, revamping dell’immobile destinato alle aziende del settore ittico. Tale intervento ha lo scopo di ammodernare e rendere “energeticamente indipendente” la struttura grazie ai nuovi gruppi frigo. Inoltre, il progetto, prevede la realizzazione di impianti tecnologici del sottosistema Security. Con detta digitalizzazione si potranno effettuare i controlli logistici delle merci in ingresso ed in uscita e stilare i dati sui quantitativi di merci in transito, per le rilevazioni di sistema, nell’ambito delle funzioni pubbliche esercitate dal Caap.

 

Il presidente del Caap Roberto Giacomini: «Intendiamo realizzare il più importante intervento di una partecipata pubblica delle Marche un intervento destinato allo sviluppo dell’economia del settore agroalimentare dell’intera Regione che porterà il Caap ad essere un importante punto di riferimento. Tale intervento costituirà un magnete per attirare investimenti di aziende esterne provenienti sia da altre regioni italiane e sia dall’estero, generando benefici ed un effetto volano sull’economia del Piceno, e non solo, con conseguente aumento dell’occupazione di maestranze ai diversi livelli».

 

L’amministratore delegato del Caap Francesca Perotti: «Il progetto è al settimo posto, con un rapporto tra l’agevolazione richieste e e i costi ammissibili pari al 100%. “Il nostro progetto è per un importo complessivo previsto pari a 7 milioni 850mila euro e dal decreto emesso dal Ministero è stato ritenuto finanziabile con un contributo del 100%. Un risultato che ci gratifica per il lavoro svolto nella fase di predisposizione del progetto che ha coinvolto tutta la nostra struttura».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X