Quantcast
facebook rss

Aumento Tari e parcheggi, la Cgil non ci sta: «Spazzafumo ci convochi»

SAN BENEDETTO - Preoccupazione del sindacato per la tenuta economica del tessuto sociale. «Noi, Cisl e Uil siamo ancora in attesa del tavolo che ci era stato promesso a settembre dal Comune»
...

 

Il Comune di San Benedetto

«Apprendiamo dell’intenzione del Comune di San Benedetto di aumentare i costi dei parcheggi sul lungomare e la tariffe della Tari. Pur comprendendo la situazione generale di difficoltà economica che anche i Comuni stanno vivendo, non possiamo che esprimere preoccupazione per i vari aumenti registrati negli ultimi mesi, per alcune delibere e dichiarazioni di vari assessori».

Preoccupato il sindacato Cgil che chiede al sindaco Antonio Spazzafumo un confronto, alla presenza anche di Cisl e Uil.
«Insieme agli altri sindacati confederali – continuano dalla Cgil – siamo ancora in attesa di un incontro che ci era stato promesso per la metà di settembre, per aprire un tavolo di contrattazione sociale tra organizzazioni sindacali e Amministrazione sulla destinazione dei fondi di bilancio. Come Cgil, organizzazione che a San Benedetto rappresenta oltre seimila lavoratrici e lavoratori, non possiamo che esprimere una grande preoccupazione per tale mancato coinvolgimento. Le scelte che in questo momento delicato le Amministrazioni sono chiamate a prendere, siamo consapevoli non siano semplici, ma riteniamo fondamentale che si prendano in maniera condivisa, guardando a chi più è in difficoltà e coinvolgendo le organizzazioni maggiormente rappresentative.
Come Cgil, congiuntamente con la Federconsumatori – la conclusione – riteniamo quindi necessario esprimere preoccupazione per tali scelte e chiedere che l’Amministrazione convochi al più presto noi, Cisl e Uil per aprire un confronto permanente sulle scelte amministrative da intraprendere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X