Quantcast
facebook rss

Marchigiani a difesa del cibo italiano e contro quello prodotto in laboratorio

ANCHE la Regione e oltre settanta Comuni si schierano con diecimila cittadini. Mobilitazione generale della Coldiretti. In Italia già raccolte 400.000 firme
...

 

Quasi diecimila cittadini marchigiani si sono schierati contro il cibo sintetico, ora anche la Regione Marche si è pronunciata e con essa 74 Comuni di tutte le province. È una mobilitazione generale quella che Coldiretti ha avviato in tutta Italia con l’obiettivo di promuovere una legge che vieti la produzione, l’uso e la commercializzazione in Italia del cibo sintetico. Timore che si origina dal recente via libera della Fda negli Stati Uniti alla carne prodotta in laboratorio e dal rischio che l’Unione Europea voglia intraprendere la stessa strada.

 

Olive all’ascolana

Dietro questo tipi di prodotti ingegnerizzati in laboratorio ci sono gli interessi di multinazionali, grande finanza e lobbies, una vera e propria minaccia per l’agricoltura italiana, la salute dei consumatori e la biodiversità del pianeta contro la quale sono state già raccolte, in tutta Italia, quasi 400.000 firme. La delibera approvata dalla giunta regionale delle Marche punta anche a tutelare e difendere le filiere agroalimentari marchigiane e dà mandato alla Direzione Agricoltura e sviluppo rurale di favorire studi e ricerche in collaborazione con università e mondo agricolo per valutare i possibili rischi alimentari, social i e d ambientali derivanti dalla produzione, dall’uso e dalla commercializzazione di cibo sintetico.

 

Maria Letizia Gardoni, presidente Coldiretti Marche: «Un plauso alla giunta regionale che ha accolto la nostra richiesta condividendo così una strategia di crescita economica, di sostenibilità ambientale e di tutela della salute dei cittadini. Alla base, fondamentale, c’è una produzione di cibo fatta di suolo, natura e lavoro agricolo». La raccolta firme prosegue nei mercati, nelle iniziative di Campagna Amica e uffici della Coldiretti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X