Quantcast
facebook rss

Sanremo entra nel vivo, Dardust scrive e produce: Elodie è quinta, Lazza settimo, Ariete ventesima

MUSICA - La prima classifica del festival destinata a subire variazioni con l'esordio della giuria demoscopica e del televoto. L'autore e producer ascolano finora ne piazza due tra i primi dieci. Tutti pazzi per il FantaSanremo
...

Ariete e Dardust

 

di Luca Capponi 

 

Sanremo entra nel vivo, in attesa di giurie demoscopiche e televoto. Al solito, due fattori capaci di sconvolgere la classifica. Che al netto di polemiche (costruite e non), teatrini, politica, interessi e artifici vari, alla vigilia della terza serata vede in testa il pronosticatissimo Marco Mengoni, seguito dal duo Colapesce-Dimartino e da Madame.

Faini con Elodie, attualmente quinta in classifica

 

Ma attenzione, tra i primi c’è anche Elodie (è quinta), il cui brano “Due” è stato prodotto dall’ascolano Dario Dardust Faini, uno che quando ci mette la faccia, che sia autore o, appunto, producer, da qualche parte va a parare di sicuro. Laddove non ci pensa la graduatoria finale, di solito arrivano i consensi del pubblico.

 

Insomma, Ariete e Lazza, i due big in gara per cui Dardust ha firmato i pezzi, possono dormire sonni tranquilli. La prima, che durante la serata di martedì ha portato sul palco “Mare di guai”, si trova attualmente nella parte bassa della classifica, al ventesimo posto. Il rapper milanese, invece, è andato meglio con “Cenere”, che si piazza al settimo.

 

Ovviamente, ci sono ancora tante variabili pronte a intervenire. Dalla pubblicazione degli stessi brani su piattaforme e simili fino alla serata dei duetti e, appunto, al sistema di voto che dopo la sala stampa coinvolgerà anche la giuria demoscopica e il pubblico da casa, secondo regolamenti stile “supercazzola” che solitamente restano ignoti ai più.

 

Staremo quindi a vedere se alla “scuderia” Dardust spetterà qualche posto o riconoscimento di rilievo (due anni fa grazie alla sua “Voce” Madame si impose al grande pubblico vincendo il Premio Lunezia, mentre nel 2019 la “Soldi” scritta con Mahmood arrivò addirittura a vincere) oppure no.

 

Nel frattempo, lo stesso Dardust, con la solita umiltà, ha voluto lasciare un augurio alla truppa sui suoi canali social, con tanto di foto a corredo: «Un onore avervi accompagnato fin qui, ora è il vostro momento di brillare. Good luck».

 

Infine, per chi volesse concedersi una prospettiva diversa del baraccone artefatto del festivalone nazionale c’è sempre l’alternativa FantaSanremo, il gioco nato dalla fantasia di un manipolo di “mattacchioni” della vicina Porto Sant’Elpidio (Fermo), per diventare un fenomeno di portata nazionale. Non sarà la panacea di tutti i mali, ma almeno c’è leggerezza.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X