Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook rss

Torball, una Picena non Vedenti da sogno si qualifica alla fase finale di Coppa Italia

ASCOLI - Bilancio estremamente positivo per i ragazzi del presidente Piergallini, che a Bergamo strappano due preziosi successi che valgono il passaggio del primo turno. La dedica a mister Palumbieri, colpito da un grave lutto familiare
...

Fine settimana da incorniciare per la Picena non Vedenti “Carlo Malloni”, che nel fine settimana di sabato 25 e domenica 26 febbraio si è regalata la qualificazione alla fase finale di Coppa Italia di torball grazie alla grande prova offerta sul campo di Bergamo.

I ragazzi della Picena non Vedenti a Bergamo

 

La due giorni che ha segnato il via della nuova stagione sportiva – la quindicesima consecutiva per la squadra ascolana – ha infatti visto i ragazzi di mister Giovanni Palumbieri tra i protagonisti del raggruppamento da dieci gare con formula di sola andata valido per il primo turno di coppa, al termine del quale è arrivato un meritato passaggio alle final six.

 

Eppure, la trasferta bergamasca della Picena non Vedenti si era aperta con la sconfitta per 8-3 incassata nel match inaugurale con i padroni di casa del Bergamo, da anni squadra di vertice della Serie A di torball.

 

Nonostante il primo passo falso, il 7-5 della seconda gara contro l’ostica Olimpia Cosenza riaccende le speranze in casa Picena, che nel derby di domenica supera il Teramo con un sofferto 3-2 che, a conti fatti, vale il passaggio del turno.

 

Il ko per 3-5 contro il Colosimo Napoli non basta infatti a cancellare l’ottimo weekend della formazione ascolana, che in virtù dello scontro diretto a favore con il Teramo riescono ad agganciare il terzo posto nella classifica, ultimo treno per la qualificazione alla fase finale.

 

Ancora da definire la location che il 27 e il 28 maggio ospiterà le finalissime di coppa, con la Picena non Vedenti che dovrà vedersela con le tre prime qualificate del secondo raggruppamento di scena, lo scorso weekend, a Enna.

 

L’unica nota stonata, in questo caso, è rappresentato dal format della fase finale, che prenderà in considerazione anche i punti già messi in cascina a Bergamo contro le altre due squadre qualificate alle final six: un peccato, dato che le sconfitte maturate contro i bergamaschi e il Colosimo Napoli non porteranno in dote alcun punto alla Picena non Vedenti.

 

Ci sarà tempo, però, per pensare alla classifica: per il momento, com’è giusto che sia, il bilancio di questo esordio stagionale resta estremamente positivo.

Giovanni Palumbieri e i suoi ragazzi

 

«Volevamo riprendere il ritmo partita e prepararci alle difficoltà del campionato, mentre invece ci siamo superati andando oltre le nostre aspettative – commenta con soddisfazione il presidente Marco Piergallini -.

 

Per noi è la prima qualificazione alla fase finale di coppa Italia: questo traguardo appresenta un grande orgoglio per la nostra società, ma anche una grossa soddisfazione per i ragazzi e per il nostro tecnico Palumbieri. È a lui che dedichiamo questa vittoria, dato che purtroppo in settimana ha perso la mamma».

Picena non Vedenti, il torball tra sport e integrazione

Torball, la Picena non Vedenti riparte dalla Coppa Italia

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X