Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

Usb lavoro pubblico e privato: manifestazione anche ad Ascoli il 26 maggio

LA MOBILITAZIONE è stata indetta dal sindacato nazionale. Nelle Marche coinvolgerà anche Ancona. Ecco le motivazioni alla base della protesta
...

 

Coinvolgerà anche Ascoli lo sciopero nazionale, di tutte le categorie pubbliche e private, indetto dalla Usb ed in programma venerdì 26 maggio.

 

I presidi Usb Marche sono previsti, infatti, uno  ad Ancona e l’altro davanti alla sede della Prefettura di Ascoli, dalle ore 10,30 alle 12,30.

 

Le richieste alla base della mobilitazione: subito 300 euro netti di aumento in busta paga, salari legati all’effettiva inflazione, salario minimo a 10 euro l’ora, riduzione dell’orario a 32 ore di lavoro a parità di salario, 1 milione di assunzioni stabili, scorrimento idonei graduatorie concorsi e stabilizzazione di tutti i precari nella Pubblica Amministrazione (Sanità, Scuola, Università, Funzioni Centrali, Enti locali), età pensionabile a 62 anni e pensioni minime a 1000 euro.

 

«Negli ultimi 30 anni in Italia – si legge nella nota sindacale – il sistema legislativo e contrattuale hanno determinato la mancata crescita dei salari con la conseguenza di impoverire lavoratrici e lavoratori e le classi sociali più deboli.

L’Italia è l’unico paese europeo in cui a fronte di un aumento della produttività le retribuzioni sono scese garantendo solamente profitti alle aziende.

L’attuale contesto storico fatto di elevata inflazione, caro energia, aumento del costo della vita, compreso i beni di prima necessità stanno erodendo il potere di acquisto dei lavoratori e delle lavoratrici dipendenti e pensionati».

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X