facebook rss

Lega Marche, rinnovato il direttivo: Giorgia Latini è il nuovo segretario regionale

ELETTI anche Mauro Lucentini,  l'ascolano Andrea Maria Antonini, Mirco Carloni, Sandro Parcaroli, Massimiliano Cannas. Il commento del vicepresidente federale Andrea Crippa e dell’ex commissario Riccardo Augusto Marchetti che ha presieduto il congresso che si è tenuto oggi 18 giugno a Loreto
...

 

Il nuovo Direttivo di Lega Marche

 

 

«Saremo un direttivo a servizio del territorio e dei militanti che sono la voce della Lega, comunità di sensibilità positive indispensabili per la crescita del partito e dell’azione di governo regionale ad ogni livello»: è il commento dell’onorevole Giorgia Latini, eletta segretario regionale della Lega Marche, nel congresso che si è svolto oggi, 18 giugno, a Loreto.

 

Oltre alla Latini, a capo del partito regionale per acclamazione da una platea di 300 militanti, sono stati eletti nel direttivo, in qualità di candidati delle rispettive province, il commissario uscente Mauro Lucentini, l’assessore regionale Andrea Maria Antonini, l’onorevole Mirco Carloni, il sindaco e presidente della provincia di Macerata Sandro Parcaroli, Massimiliano Cannas a lungo responsabile del tesseramento per la provincia di Ancona.

 

Il board che, comprende i segretari provinciali, si completa con consiglieri e assessori regionali cui è affidato un ruolo consultivo.

Dalle urne anche il responso dei delegati per il congresso federale.

Con Mauro Lucentini ci saranno Giorgio Pollastrelli, Maurizio Mezzanotti, Lorenzo Ballarini, Daniel Matricardi, Monia Vallesi, Stefano Gentili, Giovanni Gabrielli, Francesca Feliziani, Luigi Scopelliti, Lorenzo Marinangeli, Filippo Marsili, Benito Mariani, Fabio Bernacconi e Ferruccio Vecchi.

 

«Le Marche si sono dimostrate ancora una volta modello della Lega visto che questo è il primo dei congressi regionali in calendario e che Giorgia Latini è la prima segretaria alla guida di donne e uomini appassionati e concreti che hanno dimostrato di essere una vera squadra capace di grandi cose – dicono il vicepresidente federale Andrea Crippa e l’ex commissario, l’onorevole Riccardo Augusto Marchetti che ha presieduto il congresso – e non è un caso perché, dopo 5 anni di commissariamento, la regione ha maturato una classe dirigente che sta rappresentando un anello fondamentale della filiera politica e di governo della Lega e del centrodestra.

A Giorgia Latini e al nuovo direttivo spetta l’importante compito di dimostrare di meritare la fiducia accordata dai militanti e lo faranno servendo ogni giorno con serietà e orgoglio il nostro movimento».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X