facebook rss

Lutto e dolore a San Benedetto per la morte di Paolo Capparè, morto mentre faceva il bagno con il figlio di 5 anni

E' L'UOMO morto per un malore che lo ha colpito mentre si trovava in acqua insieme al figlio. Sambenedettese, 42 anni, era aiuto primario di Odontoiatria all'ospedale San Raffaele di Milano, figlio di Dino titolare di uno studio dentistico in città
...

 

E’ il professor Paolo Capparè, sambenedettese, il 42enne morto ieri, domenica 18 giugno, a causa di un malore che lo ha colpito mentre stava facendo i bagno con il figlio di 5 anni. E’ accaduto nello specchio d’acqua tra le concessioni “Bacio dell’onda” e “Da Luigi” e la tragedia si è consumata davanti agli occhi di tutti.

 

Capparè, che vive a Melegnano e lavora a Milano dal 2014 si trovava a San Benedetto per un breve periodo di vacanza. Da anni lavora Milano dove è anche professore associato di Odontoiatria nell’Università Vita-Salute San Raffaele.

 

Quando è scattato l’allarme l’uomo si trovava in acqua con il figlio all’altezza degli scogli quando è finito con la testa sott’acqua senza riemergere per un periodo troppo lungo per non allarmare.

 

Allertato il servizio di salvataggio, di guardia sulla spiaggia, lui e il bambino sono stati raggiunti e riportati entrambi a riva.

 

Purtroppo tutti i tentativi di rianimarlo da parte degli operatori sanitari della Potes del 118 di San Benedetto si sono rivelati inutili, e il medico ha dovuto dichiarare il decesso.

 

La centrale operativa del 118 aveva anche attivato l’eliambulanza, ma l’intervento poco dopo è stato annullato.

 

Sono intervenuti la  Capitaneria di Porto, i Carabinieri e la Polizia Municipale. Appena il magistrato di turno ha dato l’assenso, il corpo è stato trasportato all’obitorio dell’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto, dove resterà a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 

Tragedia a San Benedetto: muore un uomo di 40 anni, colto da malore mentre faceva il bagno


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X