facebook rss

Banca di Ripatransone e del Fermano, approvato il Bilancio di Coerenza

RIPATRANSONE – In crescita positiva i principali indicatori economici, sociali, ambientali e cooperativi 
...

 

Banca di Ripatransone e del Fermano, sede di Ripatransone

La Banca di Ripatransone e del Fermano ha approvato il Bilancio di Coerenza (BDC), che racconta l’impatto dell’Istituto nel territorio sotto gli aspetti economico, sociale, ambientale, cooperativo.

Il presidente Michelino Michetti

«Il Credito Cooperativo – ricorda il presidente  Michelino Michetti – da sempre, intendo da 140 anni a questa parte, indica come obiettivo della sua azione il “miglioramento delle condizioni” dei soci e delle comunità.

Oggi che la sostenibilità è non soltanto una sensibilità, ma un obiettivo assunto anche a livello normativo e l’impatto delle attività produttive sul clima e sulla coesione sociale un tema universalmente riconosciuto come prioritario, la rilevanza della rendicontazione è ulteriormente accresciuta.

A proposito di impatto, secondo la letteratura scientifica si determina un “impatto” quando si rispettano i requisiti di intenzionalità, addizionalità e misurabilità. Il nostro Bilancio di Coerenza documenta l’impronta impressa dal nostro fare banca mutualistica per i nostri Soci e le nostre Comunità. Sapendo che tutte le impronte positive, anche le più piccole, sono generative».

 

La Banca di Ripatransone e del Fermano con le sue 7 Filiali, copre un territorio di competenza che si estende in 33 Comuni delle province di Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Teramo.

 

In base ai dati del Bilancio di Coerenza, per ogni 100 euro di risparmio raccolto nel territorio, la Banca di Ripatransone e del Fermano ne impiega il 70%. Di questi, almeno il 95 per cento – ovvero il 69,06% – diventa credito all’economia reale di quel territorio. In questo modo, la Banca valorizza il risparmio delle comunità ponendosi come soggetto generatore di cambiamento, di autosviluppo e di sostenibilità sociale ed ambientale.

 

Sul territorio, la Banca di Ripatransone e del Fermano ha stipulato convenzioni con Scuole e Università per attivare progetti di tirocini formativi o di Alternanza scuola-lavoro, finalizzati a favorire l’inserimento dei giovani all’interno del mercato del lavoro, ospitando all’interno della struttura giovani studenti nei termini previsti dalle convenzioni.

 

Per i propri collaboratori, nel 2022, sono state erogate. 4.014 ore complessive di formazione (di cui 1.607 ore in modalità e-learning) che corrispondono a 67 ore di formazione medie per collaboratore: nel complesso, l’investimento in formazione complessivo è ulteriormente cresciuto di circa l’8% nel 2022 sul 2021.

 

La Banca, inoltre, ha sostenuto come sempre le Comunità Locali con donazioni, sponsorizzazioni e altre forme di supporto a progetti ed iniziative che rispondono a bisogni concreti e diffusi in ambito sociale, ricreativo, sportivo, culturale, socio – sanitario ed assistenziale, per un valore superiore a sessantamila euro. Nel 2022 ha erogato finanziamenti per la cultura, a titolo di sponsorizzazioni, pari a poco meno di 6.860,00 Euro e contributi per il verde pubblico pari a 3.050,00 euro.

 

Da sottolineare, nell’ambito degli interventi di salvaguardia e potenziamento del patrimonio culturale, di rispetto della cultura, dei valori e delle lingue locali del territorio di riferimento della Banca, il progetto che vede la Banca di Ripatransone e del Fermano quale custode del prezioso Archivio fotografico “Bruti Liberati”.

 

Ecosostenibilità – Le attività della Banca di Ripatransone e del Fermano per tutelare il patrimonio ambientale e ridurre il proprio impatto si sono articolati attraverso la dematerializzazione dei documenti con il servizio di Firma Elettronica Avanzata per le operazioni on line e la firma su tablet per le operazioni di sportello, che consentono di eliminare la stampa di moduli cartacei, un ulteriore sviluppo della raccolta differenziata e con l’adesione all’iniziativa “M’illumino di Meno” e “BancaBosco”.

 

La Banca utilizza solo energia verde generata da fonti rinnovabili. Ciò si è reso possibile grazie all’adesione al Consorzio BCC ENERGIA, promosso da Federcasse, che seleziona, per conto delle Banche Associate, fornitori in grado di certificare il rispetto di questo parametro.

 

La Banca investe e promuove iniziative sulle energie rinnovabili. Integra nella strategia aziendale gli obiettivi per aumentare la propria quota di consumo di energia rinnovabile.

 

Si inserisce in tale ambito, inoltre, l’installazione di un impianto fotovoltaico presso la Filiale di Porto d’Ascoli destinato a coprire i consumi di energia elettrica della stessa e che comprende anche l’installazione di colonnine destinate alla ricarica di autoveicoli e mezzi elettrici da mettere a disposizione sia della Banca che della Clientela.

 

Comunicazione – Inoltre, la Banca, nell’ultimo biennio, ha dedicato maggiore attenzione alla comunicazione con Soci e Clienti tramite piattaforme web e canali Social.

 

L’Istituto gestisce, infatti, le proprie Pagine di riferimento sui principali Social Network (Facebook / Twitter / Instagram / YouTube / Linkedin) su tutte le quali si registrano trend crescenti di followers che a Maggio 2022, ammontano complessivamente a circa 1.200.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X