facebook rss

“Simar Group” investe sull’intelligenza artificiale per generare benessere

MONTE URANO - L'azienda del presidente Marco Valle lavora alla "seduta intelligente". Alla sede monturanese ospiti qualificati e una forte collaborazione con l'Università Federico II di Napoli. Simar è riconosciuta oggi tra le prime 300 società italiane con il maggior campo di crescita
...

 

Intelligenza artificiale ed ultime frontiere della tecnologia: sono le tematiche, insieme ad ospiti autorevoli, che la Simar Group ha trattato oggi, nella sua base operativa di Monte Urano. L’azienda, attiva in diversi rami, dal mobile al luxury food all’ambito immobiliare, ha al suo interno Simar Lab, votato all’innovazione. Il meeting, voluto dal presidente di Simar, Marco Valle, ha trattato i temi dell’AI in healthcare, in household e in automotive.

Qualificato il parterre di relatori arrivati per l’occasione, a partire dal professor Bruno Siciliano, docente in robotica all’Università Federico II di Napoli, con cui il gruppo Simar ha instaurato da tempo un forte sodalizio, per la collaborazione nella ricerca con borse di studio dedicate. A Monte Urano sono intervenuti inoltre ospiti del mondo dello sport come Fabio Galante e Francesco Montervino, ex giocatori di Inter e Napoli.

 

La mattinata è stata dedicata ad una riflessione sull’intelligenza artificiale a supporto dell’essere umano, per migliorarne le condizioni di sicurezza, salute e comodità. Affascinante, in particolare, la seduta intelligente, sofisticata apparecchiatura alla quale il Simar Lab sta lavorando.

 

«La seduta intelligente può essere un divano, una poltrona o una sedia da lavoro – ha spiegato il presidente Marco Valle – che mediante l’intelligenza artificiale, può controllare i parametri vitali, assistere la persona o semplicemente aiutare, anche i normodotati, in alcune funzioni che alleggeriscano sforzo e fatica».

 

Sul versante medico ha offerto un contributo qualificato, con la sua preziosa professionalità, il dottor Roberto Trignani, responsabile del reparto di neurochirurgia degli Ospedali Riuniti di Ancona. Il medico ha evidenziato come questa progettualità vada ad inserirsi in un contesto di difficoltà della sanità pubblica in cui, tuttavia, il bisogno di salute cresce e quindi, solo mediante una tecnologia umanizzata, si possono risolvere molti problemi.

Il professor Siciliano, ordinario di automatica e robotica alla Federico II, ha smentito, nel suo intervento, l’opinione diffusa secondo la quale l’intelligenza artificiale toglierebbe posti di lavoro. «La robotica facilita piuttosto alcuni processi – ha evidenziato il docente – risparmiando mansioni faticose e ripetitive e riservando all’uomo la possibilità di applicare la propria, irripetibile, creatività». Il rapporto tra l’ateneo napoletano e la Simar Group è già attivo grazie a due borse di ricerca in essere, a cui se ne aggiungeranno ulteriori sette, sempre finanziate dall’azienda.

 

L’incontro è terminato con un momento conviviale a Civitanova che ha visto la partecipazione di esponenti politici e rappresentanti istituzionali. L’impulso del presidente Marco Valle ha portato una solida realtà di terza generazione nel ramo degli arredamenti ad esplorare nuove frontiere e strategie aziendali. Simar è riconosciuta oggi tra le prime 300 società italiane con il maggior campo di crescita.

 

(spazio promoredazionale)

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X