facebook rss

Si perde un altro cercatore di funghi, ma stavolta finisce bene

A POCHE ore di distanza, in località Bosco di San Gerbone, a pochi chilometri di distanza dal luogo del ritrovamento del corpo senza vita del 60enne, sono di nuovo dovuti intervenire squadre del Soccorso Alpino e dei Vigili del fuoco. Stavolta si tratta di un ascolano di 73 anni: si è attardato e l'amico con cui si trovava ha chiesto aiuto
...

 

A poche ore dal ritrovamento del corpo senza vita del cercatore di funghi sessantenne della provincia di Roma, nei boschi al confine dei territori di Acquasanta e Valle Castellana, tra le province di Ascoli e Teramo, sono scattati i soccorsi per un altro intervento, sempre alla ricerca di un cercatore di funghi di cui si erano perse le tracce in località Bosco di San Gerbone.

 

E’ accaduto ieri, domenica 16 luglio, a pochi chilometri di distanza dal luogo dove sabato si è consumata la tragedia.

 

Stavolta è andata bene. L’uomo, infatti, un ascolano di 73 anni, si era solo attardato ma l’amico con cui si trovava ha lanciato l’allarme dopo quanto accaduto il giorno prima.

 

E’ stato raggiunto in poco tempo e riportato a valle dalle squadre miste formate dagli operatori del Soccorso Alpino e dai Vigili del fuoco.

 

Trovato morto il cercatore di funghi disperso nella zona di Acquasanta


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X