facebook rss

“Pro Loco nei Sibillini”, con la quarta edizione cala il sipario sull’estate comunanzese

L'EVENTO è targato Unpli interprovinciale, che è riuscita insieme alla Pro Loco, a Comunanza Eventi, all’Amministrazione comunale e all’Unpli Regionale a raggiungere un numero straordinario di visitatori. Erano rappresentati i comuni di Roccafluvione, Montemonaco, Campofilone, Monteprandone, Comunanza, Monte Rinaldo, Pedaso, Ascoli, Smerillo e Altidona
...

 

 

Con la quarta edizione della “Pro Loco nei Sibillini”, sabato 9 e domenica 10 settembre, è calato il sipario sull’estate comunanzese.

Dopo lo stop a causa della pandemia, e la ripresa ufficiale dello scorso anno, si è svolto l’evento enogastronomico di fine estate, che unisce tutte le specialità dell’entroterra marchigiano, in una festa che valorizza i prodotti tipici del Piceno e del Fermano.

Grande successo per l’Unpli interprovinciale, organizzatrice dell’evento, che è riuscita insieme alla Pro Loco, a Comunanza Eventi, all’Amministrazione comunale e all’Unpli Regionale a raggiungere un numero straordinario di visitatori.

 

Come riportato dallo stesso presidente del comitato provinciale Quinto Sagripanti, il numero dei presenti ha superato ogni aspettativa, tanto che gli stand hanno registrato il “tutto esaurito” ben prima della chiusura.

Dalla polenta di Comunanza alle cozze di Pedaso, passando per i maccheroncini di Campofilone, ogni Pro Loco ha avuto modo di promuovere le proprie prelibatezze locali, riscuotendo l’approvazione di tutti i presenti, provenienti da diverse zone delle Marche e non solo.

 

Questi i comuni partecipanti: Roccafluvione, Montemonaco, Campofilone, Monteprandone, Comunanza, Monte Rinaldo, Pedaso, Ascoli, Smerillo e Altidona.

La giornata di sabato è iniziata con il convegno “Le Pro Loco e il territorio: il ruolo centrale per l’accoglienza e la tradizione”, durante il quale si è sottolineata l’importanza di un cibo buono e di qualità. Dopo il convegno la festa è stata ufficialmente inaugurata, con l’apertura dei punti di ristoro e il seguente arrivo dei primi clienti, che fin da pranzo hanno invaso le vie del paese.

Le stesse vie che di sera si sono trasformate in vere e proprie “rue” per fare da contraltare allo show de La Rua, il gruppo folk-pop ascolano che ha incendiato la gelida serata.

In migliaia sono accorsi per assistere allo scoppiettante spettacolo della band, abile a conquistare il pubblico fin dalle primissime canzoni. Così la piazza è passata in un attimo da luogo di degustazione culinaria ad una vera e propria pista da ballo.

 

Il gruppo, guidato dall’energica voce di Daniele Incicco, ha saputo creare una piacevole atmosfera, grazie anche ai suoi brani coinvolgenti, che mescolano ritmi, armonie e melodie originali. Inoltre, attraverso un pezzo autobiografico, il frontman ha colto l’occasione per lanciare un messaggio verso i giovani, incoraggiandoli a rimanere sempre sé stessi.

La domenica è ricominciata con lo stesso ritmo del giorno precedente, con un’affluenza altrettanto sorprendente: mercatini, giochi per bambini e uno show cooking a completare il quadro di un evento che ha raggiunto vette inaspettate. L’estate comunanzese volge alla conclusione e il bilancio finale è ampiamente positivo.

 

Ludovico Gentili

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X